Per fortuna lo Yoga sta diventando sempre più popolare anche in Italia. Questa disciplina ha trovato popolarità e la base per crescere sana e forte finalmente anche da noi e questo significa che anche i centri stanno aumentando ed è sempre più facile incontrare studi di Yoga in ogni città. C’è sempre un po’ di timidezza ad entrare in un nuovo studio se si è studente e dall’altro lato c’è sempre uno spirito di avventura misto a paura quando si apre un nuovo studio di Yoga. Uno studente che entra per la prima volta in un centro di Yoga in cerca di aiuto ha bisogno di qualcuno che risponda alle molte domande.

Ma quali sono invece le domande degli insegnanti? A volte si cerca tra i libri le risposte, a volte si parla con colleghi paragonando esperienze. La migliore risposta è sempre lì, sul tappetino di Yoga, dove noi Yogi ritorniamo ogni giorno in cerca di risposte a domande che non abbiamo nemmeno ancora formulato.

Aprire un centro yoga: cosa serve di base per iniziare:

  • Un diploma – non appeso, ma che ci sia! E’ importante conoscere almeno le basi per fare questo lavoro. Si lavora con corpo e mente delle persone, è sempre meglio essere preparati. E se non si hanno le risposte è bene avere anche noi qualcuno che ci aiuti (scopri come diventare insegnante di yoga in Italia)
  • Una finestra – sembra una banalità, ma la qualità dell’aria è importante. Se non c’è la finestra, che almeno ci sia un filtro di ricambio dell’aria
  • Pavimento di legno – se possibile. Il legno assorbe il movimento del corpo senza creare contraccolpi
  • Tappetini – a volte le persone arrivano dal lavoro e non hanno sempre il tappetino di Yoga con loro. E’ bene averne una buona quantità, per lo meno quante per quante persone lo studio può ospitare. Ovviamente spendere un po’ di più per comprare tappetini antiscivolo è consigliato
  • Blocchi – suggerisco quelli in materiale morbido, sono più leggeri e comodi. I blocchi aiutano nelle asana e possono essere usati come cuscini per sedersi a terra
  • Cinte – usate per ogni livello, questi attrezzi sono la quintessenza di ciò che aiuta a stendere il corpo

Aprire un centro yoga: altre idee per andare oltre

  • Ruote – questi nuovi attrezzi non sono solo un aiuto alle posizioni di apertura, ma anche terapeutici per la schiena
  • Coperte – utili per savasana e per la meditazione
  • Cuscini da meditazione
  • Bolster – ottimo per Yoga ristorativo e mamme in attesa
  • Incensi – da accendere dopo la classe, mai prima se non si ventila l’ambiente. A volte l’odore può dare fastidio ai nasi più sensibili
  • Stereo – per la musica, meglio se con telecomando
  • Foto dei grandi maestri di Yoga – per seguire la tradizione di chi ha vissuto prima di noi
  • Un piccolo altare – dove si possono lasciare Sankalpa o intenzioni per la lezione.
  • Piccolo negozio – per invitare gli studenti ad approfondire lo Yoga, si può creare una piccola biblioteca di prestito, scambio o vendita di libri. Si possono vendere magliette, incensi e tappetini così come altri prop, mala e tisane
  • Prodotti di pulizia per il tappetino – uno spray per igienizzare il tappetino è sempre una buona idea da tenere a portata di mano
  • Un bollitore elettrico – per chiunque voglia prepararsi una tisana dopo la lezione. Per diminuire l’impatto ambientale si possono invitare gli studenti a portarsi il loro bicchiere da asporto o tenerne alcuni a disposizione
  • Una bacheca – con l’orario delle lezioni, comunicazioni importanti ed uno spazio dedicato agli studenti

E ancora:

  • Un albero finto con mollette dove appendere ringraziamenti o pensieri positivi
  • Decorazioni alle pareti, foto dei maestri, etc
  • 365 frasi e citazioni da cambiare ogni giorno
  • Palo santo
  • Piante decorative
  • Una lavagna
  • E molto altro

Si può creare uno studio dentro la propria casa o in un appartamento al 20° piano. In uno spazio molto semplice o uno con luci di tutti i colori e dolby surround.

Lo studio di Yoga lo fa la gente che entra e partecipa. Iniziare con poco e piano piano scoprire cosa si sente e cosa cercano gli studenti. Un insegnante creativo può decorare le pareti con i colori dell’arcobaleno, un mantra, una divinità. Un insegnante che ama la musica può creare un sistema dove le note raggiungono ogni angolo dello studio in modo uguale. Così come si può creare uno studio semplicemente con l’insegnante e gli studenti, senza decorazioni, senza abbellimenti, solo Yoga.

Ovviamente per aprire un centro yoga servono dei permessi e ci sono delle normative da seguire ma di questo parleremo approfonditamente in un prossimo approfondimento.

Una volta aperto il tuo centro, devi promuoverti in qualche modo per farti conoscere: su Eventi Yoga puoi farlo gratuitamente, ti basta cliccare qui per saperne di più!

Scopri tutto su Eventi Yoga, sulle possibilità di promuovere il tuo evento/centro/insegnante in questo video:

The following two tabs change content below.
Ci occupiamo dei contenuti di EventiYoga e delle traduzioni dei contenuti da siti partner. Contattaci per avere maggiori informazioni su come promuoverti su e tramite Eventi Yoga. Puoi scriverci a info@eventiyoga.it.