yoga e metabolismo

Quante volte hai pensato a come dimagrire e, soprattutto, come beneficiare della perdita di peso per tutta la vita o quasi? Quante volte hai sentito parlare di metabolismo (ne abbiamo parlato anche noi qui) e stai cercando i metodi migliori per attivarlo e, dunque, permetterti il lusso di mangiare senza ingrassare troppo? Forse non lo sapevi ma lo yoga è una delle attività più utili per attivare il metabolismo!

Come è possibile che questo accada? Lo yoga regola i chakra, i centri energetici responsabili del nostro benessere, e per questo motivo aiuta la circolazione dell’energia e rimette in moto un metabolismo lento permettendo al corpo di bruciare più grassi.

Non è necessario praticare chissà che tipo di yoga per rimettere in moto il proprio metabolismo ma bastano pochi esercizi, da praticare rigorosamente a digiuno e almeno 3 volte a settimana, per attivare il quinto chakra, quello laringeo dover si trova anche la tiroide e che è responsabile del nostro metabolismo.

Sarvângâsana – Posizione della candela

Stendersi supini con le gambe distese e le braccia lungo i fianchi con le palme verso terra; tenendo la schiena appoggiata a terra sollevare le gambe tenendole sempre distese e portarle in verticale perpendicolari al terreno. Sorreggere la schiena con le mani respirando regolarmente e lentamente.

Sarvangasana
Sarvangasana

Ustrasana – Posizione del cammello

Mettersi in ginocchio e portare le mani dietro la schiena con i pollici che si toccano. Spingere in fuori il petto quindi lasciare scivolare indietro la testa, le spalle e il busto portando le mani sui talloni e mantenere la posizione per qualche respiro.

Ustrasana
Ustrasana

Navasana – Posizione del vascello

Sedersi con le gambe stese e il busto perpendicolare a terra; piegare le ginocchia e stendere le gambe formando un angolo di circa 90° rispetto al busto, sollevare le braccia tenendole tese e allungarsi.

Navasana
Navasana

Davvero questi tre asana ti aiuteranno con il metabolismo?

La pratica regolare di questi tre asana riattiverà il metabolismo, tonificherà il corpo e ti renderà anche più flessibile: una pratica che deve essere costante e soprattutto ripetuta lentamente per fare in modo che corpo e respiro si sincronizzino per bene e si eviti dunque un affaticamento della schiena, sempre coinvolta.

Vuoi leggere altri articoli simili? Allora ti suggeriamo questi:
Tutto quello che devi sapere sulla dieta detox
10 domande sullo yoga
Pancia piatta con lo yoga

The following two tabs change content below.
Giornalista e marketer, aiuta le aziende a stabilire le proprie stratefgie di marketing. Per EY si occupa del marketing online, gestisce i contenuti e ogni tanto scrive articoli di marketing per il blog. Potete contattarla all'indirizzo email veruska@anconitano.com e visitare il suo blog La Cuochina Sopraffina e il suo sito personale