Valutazione degli altri praticanti su questo evento
Ancora nessun feedback ricevuto.
Prezzo: fisso 1150€
Data inizio: 18/01/2021
Data fine: 18/02/2021
Orari: vedi il programma
Stili: Corso Yoga Online, Hatha yoga, Meditazione, Vinyasa Flow yoga

Contatti

Riferimento: Ignazio Accardi
Telefono: mostra numero
Whatsapp: 393284931226
Insegnanti: Ignazio Accardi

Video Corso di formazione Insegnanti Yoga riconosciuto C.O.N.I.

Video corso ONLINE di formazione professionale per insegnanti yoga (Hatha e Vinyasa Yoga) con esame di abilitazione online con il docente Ignazio Accardi a conseguimento del diploma riconosciuto dal C.O.N.I. con tesserino tecnico nazionale.

E’ possibile effettuare il pagamento in 4 comode rate.

Descrizione

Video Corso di formazione insegnanti Dhamma Yoga (250 ore)

Il primo corso in Italia per la formazione insegnanti nel Hatha Yoga e del Vinyasa yoga, certificato Dhamma Yoga completamente online, riconosciuto da ASI (CONI), con il conseguimento dell’attestato e tesserino tecnico nazionale.

Chi è Ignazio Tenzin Dorje?

Biografia: Ignazio Accardi viene dal mondo delle arti marziali e della boxe, il suo percorso ha iniziato fin dal ragazzino. Conosce lo Yoga nella palestra in cui si allenava con il suo compagno di squadra, ma ne ha una conoscenza solo di livello fisico. Nel 2007 residente nel sud della Spagna incontra, in visita ad uno stupa della tradizione kadampa, quel giorno conobbe un fantastico uomo che lo introdusse nella pratica meditativa, in cui vi passò sette mesi. Nel 2009 inizia gli studi del Basic Program, un corso di tre anni sulla filosofia Buddhista, il testo di riferimento è “La Lampada sul sentiero verso l’Illuminazione”, Gli Stadi Graduali Verso l’Illuminazione, un addestramento graduale che percorre i tre tipi di esseri spirituali. Negli stessi anni studia lo Hatha Yoga, e altri stili Yoga, come il Vinyasa Krama, Ashtanga Vinyasa Yoga, lo Yin Yoga.

Alla fine dei suoi studi, nel 2012 ha la fortuna di si trasferirsi all’Istituto Lama Tzong Kapha di Pomaia dove vi rimane 9 mesi come volontario, dove vi è il suo Guru radice, Lama Ghesce Tenzin Tenphel, Maestro residente dell’Istituto, ricevendone insegnamenti, durante la sua permanenza ha la possibilità di ricevere insegnamenti anche da altri grandi Lama e insegnanti di Yoga e Medicina Tibetana.

Inizia a insegnare continuando a studiare, nel 2015 crea un suo metodo, il Dhamma Yoga, questo rappresenta lo stile classico dello Hatha Yoga con l’ausilio degli insegnamenti del Buddha.

Sempre nel 2015 con il permesso del suo maestro apre la sua prima shala e centro di Dharma nel centro di Aulla (MS), la quale viene riconosciuta da yoga Alliance international come scuola di formazione dello Hatha Yoga e del Vinyasa Yoga, formando insegnanti provenienti da tutta Italia.

Collabora con i centri di Dharma FPMT (Federation Preservation Mahayana Tibetan), tra questi il più rinomato l’Istituto Lama Tzong kapha di Pomaia, il centro Muni Gyana di palermo, Tara Bianca di Genova, PLP (Progect Liberation Prison), e centri di yoga dove porta il suo metodo, scrive articoli per le riviste nazionali di yoga, è autore del manuale Vinyasa Dhamma Yoga (GD edizioni 2017), e Asana e Yogasana (GD edizioni 2020). Collabora con le importanti manifestazioni sullo Yoga a livello nazionale, Bless Bit Festival, Festival Bene in Essere, Festival dell’Oriente, Giornata Mondiale dello Yoga ONU ecc.

Corso Insegnanti Yoga C.O.N.I.: Programma della scuola

Cosa imparerai? 

Asana

Asana: molte ore saranno dedicate alle pratiche delle sequenze sulle posizioni dello Hatha Yoga e del Vinyasa Yoga, alle sequenze saranno insegnate gli allineamenti, esse aiutano l’allievo ad evolvere nelle posizioni e ad eliminare le tensioni muscolari causate da una cattiva postura o da stress. All’interno del corso si avranno delle dispense di studio sulle posizioni con fotonomenclatura in sanscrito della posizione, descrizione dei benefici sia muscolari e nervosi, gli effetti benefici sugli organi. Verrà indicato quale Chakra viene stimolato (vortice energetico), le Drshti (il fissare lo sguardo sul tipo della posizione (questo aiuta alla concentrazione), le controindicazioni, e il Pratikriyasana le contro posizioni che aiutano a bilanciare la colonna vertebrale e l’apparato muscolare. 

Bandha

Bandha: I bandha vengono usati sia nei mudra che negli esercizi di prànàyàma. Dopo gli esercizi di purificazione (shatkriya), agli studenti Yoga vengono insegnati i tre bandha o chiusure, importanti ed essenziali per praticare gli esercizi avanzati di prànàyàma e risvegliare la Kundalini Shakti. La Parola sanscrita bandha significa “tenere”, “chiudere” o “stringere”.

Dharana

Dharana: la tecnica di Dharana consiste nel rivolgere lo sguardo su un punto vitale. Marma Sthana, individuato mediante un punto usato come riferimento. Dharana può essere eseguita negli Asana, nelle Mudra o nei Pranayama. Ci sono tre gradi all’interno di questi punti vitali, che sono i punti riguardanti il regno sensoriale, il regno delle emozioni e il regno spirituale. Comprendendo i Dharana o punti vitali nel corpo, potremo usarli per le varie vicissitudini. 

Shat Kriya

Shat Kriya: gli Shat Kriya sono azioni di purificazione del corpo, queste servono a riequilibrare i Dosha, le tre tipologie di costituzione, fondamentali nell’Ayurveda, formati dalla combinazione dei cinque elementi, quando questi non sono in equilibrio nel corpo umano vi è sicuramente un malessere, attraverso gli atti di purificazione o Shat kriya, l’aspirante yogi viene liberato dagli squilibri fisici. 

Mudra

Mudra: impareremo i mudra principali: la parola sanscrita Mudra significa “gesto”, ” sigillo ” o “atteggiamento” questi gesti sono atteggiamenti psichici, emozionali, devozionali estetici, che servono per risvegliare, e far fluire il pràna (energia), senza che esso si disperda nell’ambiente. I mudra aiutano a collegare il flusso dell’energia prànica individuale con l’energia prànica Universale. 

Didattica

Didattica: durante le lezioni di didattica si imparerà come strutturare una lezione tipo, apprenderemo gli effetti dello Yoga Nidra, come accompagnare l’allievo alla presa di consapevolezza, il rito inziale di una seduta e come chiuderla. 

Anatomia

Anatomia: studio alla fisiologia e all’Anatomia, suddivise nelle varie lezioni, esse saranno dirette dalla Dott.sa Valentina Marchese collaboratrice della scuola. Per noi il futuro insegnante deve avere una comprensione di come funziona il corpo umano e come va indirizzato un muscolo attraverso una posizione, che essa sia facile, intermedia o per esperti. 

Filosofia e Meditazione

Filosofia e Meditazione: durante l’anno si studieranno i testi principali dello Yoga, Hatha Yoga PradipikaPatanjaliGheranda Samita, e con l’ausilio del “Il Sentiero Graduale Verso l’Illuminazione”, la storia dell’india e i suoi sistemi filosofici. Lo studio di questi testi è importante per dare conoscenza al futuro insegnante, esso avrà bisogno di strumenti validi e tradizionali dello Yoga per evolvere e far evolvere i suoi futuri allievi. Dallo studio di questi testi di Yoga praticheremo la meditazione, Yama e Niyama, le Asana, il Pranayama, gli Yantra, i Bandha, i Mudra, il Pratiyahara, il Dyana, Dharana, dallo studio del Sentiero Graduale impareremo le varie meditazione che portano l’allievo ad una comprensione più profonda della mente e delle sue qualità. 

Chakra e Nadì

Chakra e Nadì: approfondimento esaustivo di ogni chakra, imparandone i Dharana (concentrazioni) sulle Deità, sugli Yantra (forme geometriche atte allo sviluppo psichico), ed il pranayama per il riequilibrio. 

Pranayama

Pranayama: studio e la pratica del Pranayama (controllo del respiro), impareremo le tre famiglie del Pranayama, Per il neofita, la pratica dello yoga inizia con il controllo del meccanismo di respirazione e l’aspetto più crudo della respirazione, mentre l’aspetto interno del Pranayama diventa una preoccupazione solo per l’avanzato Yogi. Il Pranayama può essere diviso in tre classificazioni generali che indicano il loro scopo e l’ambito di sviluppo a disposizione delle classi. Queste tre categorie sono: Pranayama, l’Adhams, il Madhyamas e l’Uttanas; e comprendono: la prima categoria, sono tecniche volte all’autopulizia per purificare le vie respiratorie, i polmoni, il flusso sanguigno e i vari organi del corpo, tecniche per tonificare il sistema nervoso e per rinforzare la concentrazione. La seconda categoria, sono tecniche di pranayama che vengono utilizzate come forma di mezzi introspettivi per il controllo sensoriale, il ritiro sensoriale (Pratyahara), la concentrazione e meditazione. La terza categoria, sono tecniche di pranayama più alti che servono per accrescere il modo potente il Prana/Shakti, questi ultimi rappresentano la forma più potente di stimolazione yogica. 

Chakra

Chakra: nel secondo anno, ci sarà un approfondimento più amplio di ogni chakra questo perché ogni incontro avrà come tema un solo Chakra. 

Dharana Chakra

Dharana Chakra: Dharana Chakra o concentrazione sull’elemento ci aiuta a sviluppare consapevolezza, introspezione, e conoscenza del proprio potenziale, lavorare su un chakra ci libera dalle pulsioni negative della mente, dalle proprie paure, facendo emergere le caratteristiche positive della mente. Impareremo la ripetizione corretta del Bija-Mantra (il mantra seme del determinato Chakra). 

Yantra

Yantra: lo Yantra o forma geometrica risiede in ogni Chakra, è un’altra forma di meditazione che gli antichi saggi usavano, oggi giorno sono poche le scuole che usano gli yantra, specialmente in occidente, ci sono due tipi di meditazioni, una su un oggetto esterno come il Trataka o sugli Yantra o su oggetti esterni neutri, l’altro tipo di meditazione è sugli oggetti astratti, come il respiro, o immagini mentali virtuose, ma la meditazione interna o astratta, ha due caratteristiche una serve allo sviluppo del Calmo Dimorante o Shamata, e l’altra all’ottenimento della Saggezza o Sunyata. 

Filosofia e Meditazione

Filosofia e Meditazione: con la filosofia e la meditazione il primo anno è un addestramento e un modo per piantare le basi per entrare nel profondo e nello specifico, il primo anno è un addestramento etico e di concentrazione, mentre nel secondo anno si sviluppano le qualità della mente, il disincanto dell’esistenza ciclica. Nel secondo anno il lavoro meditativo sarà più profondo, i temi che toccheremo saranno: l’impermanenza, l’esistenza della Sofferenza, le sue cause e il sentiero per uscirne, le meditazioni mirate allo sviluppo dell’amore, della compassione, Generosità, Etica, Pazienza, la Gioia, Tapas o Sforzo Entusiastico, Concentrazione e la Saggezza. Il corso mira ad un addestramento graduale che porta l’allievo ad una comprensione del proprio universo interiore 

Atma Shuddi Krama

Atma Shuddi Krama: l’Atma Shuddi Krama è una serie di tecniche di Asana, Pranayama e Dharana (punti di concentrazione che si trovano all’interno del corpo sottile, Prana-maya-kosha), queste serie venivano insegnate dal grande Maestro Sri Krishnamacharya, atte a sviluppare l’apertura del cuore-mente, impareremo a creare delle sedute che posso aiutare il praticante o neofita, allo sviluppo della concentrazione. (uso queste serie per le persone che hanno problemi di ansia, attacchi di panico, depressione, iper-tensione, forti discorsività mentali, rabbia, insoddisfazione). 

Diploma

Diploma: il diploma che si otterrà alla fine del corso insegnanti sarà siglato Dhamma Yoga e un altro diploma da A.S.I.  (associazione sportiva sociale italiana), ente riconosciuto dal CONI, in cui si potrà richiedere il tesserino tecnico di insegnante Yoga base. 

Per ottenere il diploma A.S.I. si deve

Esami e Diploma (per poter dare l’esame di fine corso, si dovrà prendere un appuntamento con il maestro per così completare il corso insegnanti, l’esame richiede: una tesina di approfondimento su ciò che si è studiato e la registrazione di una vostra lezione guidata, si può guidare una lezione anche con i propri allievi, o semplicemente da soli. I video possono essere registrati su telefonino smartphone, o con telecamera, da spedire tramite cartella one-drive all’indirizzo wesakmeditation@gmail.com per poter esaminare il vostro percorso. 

Opportunità di lavorare da subito

Al conseguimento del tuo diploma, Wesak Meditation ti darà l’opportunità di poter iniziare subito il tuo percorso lavorativo in streaming, creando il tuo canale e gestire le tue vendite di pacchetti lezioni sul nostro sito. 

Lavorando con noi avrai l’opportunità di entrare ed essere conosciuto/a all’interno della community, in più verrà sponsorizzato sui canali Social per la vendita delle tue lezioni. 

Sarai seguito/a dai nostri esperti per la formazione di una video lezione.  

Corso Insegnanti Yoga C.O.N.I.: come seguirlo

La scuola consiglia di studiare seguendo l’odine numerico, in questo si avrà una crescita graduale e sistematica. 

Saltando l’ordine rischierai di perdere gli insegnamenti dei vari maestri, come descritto in precedenza il corso insegnanti è stato creato seguendo gli insegnamenti che il Maestro Ignazio Tenzin Dorje ha acquisito dai suoi Guru negli anni.

Introduzione al Vinyasa Yoga e 1° sequenza 

Filosofia e pratica meditativa: Le Otto Preoccupazioni Mondane. 
Sequenza Hatha Yoga e cosa sono i Mudra. 
Anatomia: la cellula

2° sequenza Vinyasa Yoga 

Filosofia e meditazione: Le sei pratiche Preliminarie 
Lezione di Hatha Yoga e Mudra 
Anatomia: tessuti 

3° sequenza Vinyasa Yoga 

Filosofia e Meditazione: La Preziosa Rinascita Umana 
Lezione di Hatha Yoga 
Didattica e Nyama
Anatomia: sistema scheletrico

4° sequenza Vinyasa Yoga 

Shat Kriya e Mudra 
Filosofia e Meditazione: Impermanenza e Morte
Anatomia: diaframma

5° Vinyasa Yoga 

Filosofia Le Upanishad
Lezione di Hatha Yoga e Bandha
Filosofia e Meditazione: Il Karma
Anatomia: gli organi depuratori

6° Vinyasa Yoga 

Filosofia e Meditazione: I Chakra e Pranayama Chakra
Lezione di Hatha Yoga e Mudra 
Anatomia: sistema muscolare

7° lezione di Vinyasa Yoga 

Filosofia e Meditazione: La Concentrazione e i Nove Stadi 
Lezione di Hatha Yoga e Mudra 
Anatomia: apparato digerente

8° lezione di Vinyasa Yoga e Atma Shuddi Krama

Filosofia e Meditazione: “Le Vere Sofferenze”
Pranayama 
Lezione di Hatha Yoga e Muladhara Chakra Meditazione

9° lezione di Vinyasa Yoga

Filosofia e Meditazione: l’Origine della Sofferenza 
Lezione di Hatha Yoga e Atma Shuddi Krama 
Pranayama e meditazione Swadhishtana Chakra
Anatomia: apparato respiratorio

10° Vinyasa Yoga e Atma Shuddi Krama

Filosofia e Meditazione: Il Granmde Scopo
Hatha Yoga e meditazione Manipura Chakra 
Tecniche di Pranayama 
Anatomia: sistema nervoso

11° lezione di Vinyasa Yoga 

Meditazione Anhata Chakra
Lezione Hatha Yoga e Atma Shuddi Krama
Filosofia e Meditazione: Scambiare sè Stessi con gli Altri
Anatomia: il cuore

12° Lezione di Vinyasa Yoga 

Lezione di Hatha Yoga e Atma Shuddi Krama
Pranayama e meditazione Vishuddi Chakra
Anatomia: sistema linfatico

13° lezione di Vinyasa Yoga 

Filosofia e Meditazione: Paramita (perfezione), Generosità, Etica e Pazienza 
Lezione di Hatha Yoga e Atma Shuddi Krama 
Pranayama e Meditazione Jnana Chakra
Anatomia: sistema endocrino

14° lezione di Vinyasa Yoga 

Filosofia e Meditazione: Paramita, Sforzo Gioiso e Concentrazione
Lezione di Hatha Yoga e Atma Shuddi Krama
Anatomia: movimento terminologia anatomica

15° lezione di Vinyasa Yoga

all’interno del 15° incontro troverete diverse video registrazioni per poter accrescere la vostra pratica e studio, dove il maestro guida alcune delle sue lezioni. 
Filosofia e Meditazione: La Vacuità

Collaborazioni

Ignazio Tenzin Dorje e le associazioni e riviste con cui collabora portando il suo metodo di insegnamento.   

Iscrivendoti al corso online non solo avrai gli strumenti per diventare un’insegnante Yoga 250 ore siglato Dhamma Yoga, ma una parte del ricavato andrà all’associazione Progetto Liberazione nella Prigione, un progetto nato tanti anni fa in america e che negli si è diffuso in molte carceri in tutto il mondo. Questo progetto nasce con il desiderio di poter dare assistenza e aiuto all’interno di realtà dove la libertà psicofisica viene interrotta, attraverso il Progetto Liberazione nella Prigione (PLP) i detenuti possono avere una possibilità, quella di studiare la mente ed il corpo per rompere le catene mentali di cui ne siamo schiavi. 

Cosa dicono di Ignazio Tenzin Dorje

Esperienza assolutamente positiva. Ignazio è un bravo insegnante, molto professionale, attento.. e sempre, sorridente..

Paola Bellocchio

Ho iniziato il mio percorso yoga in un momento burrascoso della mia vita. Il mio maestro Ignazio non mi ha insegnato come uscirne, mi ha insegnato come starci bene all’interno. Mi ha insegnato come metabolizzare, affrontare e accettare. Mi ha insegnato la compassione, l’accettazione, l’amore per il corpo e per la mente. Mi ha insegnato a pormi un obiettivo ma a capire che é importante il come si raggiunge non il quando. Mi ha insegnato che lo yoga non é una lezione, é una pratica. É uno stile di vita ed un concetto interiore ben più ampio del voler fare una posizione. Mi ha insegnato a superare i miei limiti, aiutandomi a trarre benefici dalle asana anche più complesse. É importante avere a fianco un maestro che sappia guidarti fisicamente e spiritualmente. Che sappia capirti e aiutarti. 

Nicoletta Pedretti

Insegnante molto preparato e dedito all’insegnamento. Crede davvero in ciò che pratica e riesce per questo a trasmettere con semplicità e pazienza insegnamenti importanti riuscendo a far crescere ogni tipo di allievo, dal neofita all’esperto. A mio parere unisce bene la pratica mentale-spirituale a quella fisica dando così forma a lezioni complete e quindi benefiche sia per il corpo che per la mente. 

Germana Trifirò 

Che dire! Ignazio è una forza della natura!! Riesce a accompagnarmi in questo percorso con ferma dolcezza e una profondissima preparazione nella conoscenza dello yoga. Oltre a essere un amico è una persona dorata di grande senso della responsabilità e tutto ciò fa sì che nel suo centro, si lavori sodo, ma sempre con il sorriso , qualunque giornata sia, chiunque tu sia, da ovunque tu provenga
Grazie grazie grazie

Monia Musetti 

Benedetto il giorno in cui mi sono rivolta al centro yoga e ho incontrato il maestro IGNAZIO!
Ero piena di dolori x continue contrazioni muscolari dovute ad ansia e stress, e nessun medico trovava soluzione.
Per disperazione mi sono rivolta a un centro yoga ; oggi sono soddisfatta e lo yoga è indispensabile x mio equilibrio; il mio corpo è rinato e su quel tappetino io incontro me stessa.
Ignazio con umiltà e dedizione sa trasmettere l’ autenticità dello yoga e con molta pazienza si prende cura di ogni partecipante alle sue lezioni.
Non manca mai di sorridere e nel suo centro si respira accoglienza.
Grazie Ignazio, infinite grazie
Namaste’ Maestro.

Donatella Mozzachiodi

Persona fantastica, insegnante preparato e sempre in cerca di migliorarsi. Attento ad ogni suo allievo. Riesce sempre a creare un ambiente piacevole, la sua non è solo una scuola, è una comunità. Ogni lezione è un toccasana x corpo e mente.

Simona Poli 

Scarica la nuova app di Eventi Yoga

Ogni mese scegli tra centinaia di vacanze, retreat, viaggi e corsi di yoga per tutti i gusti.

Cerca l’evento che più ti piace direttamente dalla App, chiedi informazioni, e prenota con un click!

Scarica App EventiYoga
Scarica la Nuova App di Eventi Yoga

App Eventi Yoga per iOS

App Eventi Yoga per Android

Feedbacks

Lascia un commento di feedback su questo evento per riportare l'esperienza che hai vissuto.
Non dimenticare di esprimere il tuo parere dando un voto utilizzando il classico sistema con le stelline.
Condividi la tua opinione e aiuta altri praticanti a fare la loro scelta!