Valutazione degli altri praticanti su questo evento
Ancora nessun feedback ricevuto.
Prezzo: fisso 860.00€
Data inizio: 18/01/2020
Data fine: 21/06/2020
Orari: Inizio ore 14.00 /Fine ore 19.00
Indirizzo: PAQ Center Via U. Nurzia (Zona Pile)
Città: L'Aquila
Provincia: L'Aquila
Nazione: Italia
Regione: Abruzzo
Stili: Vinyasa Flow yoga

Contatti

Riferimento: Ariele Pittalà
Telefono: mostra numero
Insegnanti: Ariele Pittalà
Strutture: PAQ Center

FORMAZIONE INSEGNANTI DI GINNASTICA YOGA
KENSHO YOGA A.S.D. nella persona di Ariele Pittalà propone a tutti gli appassionati di questa millenaria disciplina e in particolare a chi la pratica e la insegna un corso completo legalmente riconosciuto secondo la vigente normativa nazionale.
Si tratta di una completa immersione nel mondo della sapienza del corpo e della cultura e filosofia orientale, una sintesi profonda che pone l’essere, in questo difficile, delicato quadro epocale, al centro, affinché in esso emergano le vere risorse individuali, la sua effettiva, non scontata, emancipazione e responsabilità in un quadro di rapporti ed equilibri socio-comunitari.
Gli incontri del percorso formativo verranno effettuati durante il 2020 e sono articolati in 12 appuntamenti della durata di 4 ore circa ognuno, riguardanti lo sviluppo della pratica di Vinyasa messa a punto dal Maestro in più di trent’anni di ricerca e dodici di insegnamento e formazione di gruppi di lavoro di tutte le età e condizioni fisiche; nonché di un Sesshin individuale (tirocinio intensivo dal mio cuore al tuo cuore, secondo la tradizione Zen Soto, che si svolge sempre nell’arco di un weekend di 10 ore in tutto, e che ha come scopo verificare l’effettiva comprensione e trasmissione del Dharma nell’aspirante insegnante.) Costituirà parte integrante del percorso lo studio, la lettura, l’interpretazione e il libero commento dei seguenti testi: Alce Nero Parla John G. Neihardt La preziosa ghirlanda dell’insegnamento degli uccelli L’arte di morire vivendo Vimala Thakar La pratica dello Zen K. Sekida Lo Zen passo per passo T Deshimaru La Realtà dello Zazen K. Uchiyama Yoga Sutra Ashtanga Yoga David Swenson Teoria e Pratica dello Yoga B.K.S. Iyengar
CONSIDERAZIONI SOMMARIE
Lo yoga può rende il corpo molto bello, poiché si lavora, tramite anche il respiro profondo ed alcune contrazioni volontarie non solo sui muscoli, i nervi e i tendini ma anche su gli organi interni, fegato, reni, intestino etc. In America, dove questa pratica è molto diffusa, ed è scientificamente provato che funziona, chiamano detox yoga sequence, le compressioni e le torsioni intense che purificano l’organismo. La colonna vertebrale è come le fondamenta di un edificio, se non viene fortificata ed allungata correttamente in partenza non sostiene sempre i carichi; difatti diverse persone soffrono di protusioni ed ernie, nonché di dolori diffusi ai tendini e alle articolazioni. Inoltre poiché essa è collegata con il capo, un’educazione alla corretta postura come durante la meditazione porta ad ossigenare in modo ottimale le cellule celebrali e dunque al nostro equilibrio mentale. E’ assodato: sono sopratutto gli allungamenti costanti e non le compressioni muscolari a determinare l’armonia e la bellezza corporea nell’insieme. Il Vinyasa Yoga è costituito da sequenze dinamiche collegate tra loro, che culminano a volte con posizioni molto impegnative; si potrebbe anche vedere come un insieme di tutti gli stili di Yoga che impegnano in primis il corpo. Il termine vuole indicare da una parte la sincronia tra respiro e movimento, base di ogni performance atletica, dall’altra la fluidità tra le varie posizioni: sono queste
due cose che creano unità di intenti nel gruppo e il nucleo emotivo luminoso che scaturisce dalle lezioni. Zazen, meditazione su un apposito cuscino, è una pratica antichissima che ha origine dalla stessa vita del Buddha storico; dall’India si è estesa in Cina e successivamente è arrivata in Giappone ed infine in Europa. Non ha nulla di dogmatico; tutto il suo insegnamento si basa sul motto apparentemente semplice dello stare seduti in silenzio ponendo il focus, l’attenzione, sul diaframma (tanden in giapponese) e sul controllo della postura. Questa pratica spirituale, più che mai viva ed efficace per l’uomo contemporaneo, risveglia il nostro vero Essere, ci libera dalle trappole dell’ego individuale strumentale, che si dibatte nei poli contrapposti dell’attaccamento e dell’avversione, infine ci conduce al Samadhi.
STRUMENTI
-Uso corretto di Uddiyana Bandha durante le Asana. -Impostare una lezione a partire dagli allievi presenti: come modificarla dopo una accurata analisi delle specifiche potenzialità di ognuno. -Il Flow: come si mantiene il ritmo corretto e l’unità spirituale in una lezione. -Hata Yoga: Unione degli opposti, estensione del corpo, ripiegarsi su se stessi. -Allineamento degli arti e comprensione dell’importanza del muscolo ileo psoas. -Restare nel baricentro. -Neocorteccia versus Ipotalamo/ funzionamento esteso del diaframma. -Vivere con costanza il momento presente. -Yoga e Zazen in natura. -L’insegnamento dell’Oriente nel contesto quotidiano.
DATE
18 e 19 Gennaio- 8 ore 22 e 23 Febbraio- 8 ore 14 e 15 Marzo- 8 ore 18 e 19 Aprile- 8 ore 23 e 24 Maggio- 8 ore 20 e 21 Giugno-10 ore Comprensive di esame finale
Costo del corso euro 750,00 Diploma Nazionale dell’ente euro 70,00 Patentino Tecnico Blu euro 40,00 Totale euro 860,00

Feedbacks

Lascia un commento di feedback su questo evento per riportare l'esperienza che hai vissuto.
Non dimenticare di esprimere il tuo parere dando un voto utilizzando il classico sistema con le stelline.
Condividi la tua opinione e aiuta altri praticanti a fare la loro scelta!