Valutazione degli altri praticanti su questo evento
Ancora nessun feedback ricevuto.
Prezzo: a pagamento
Data inizio: 01/08/2020
Data fine: 08/08/2020
Orari: 07-19
Indirizzo: via stazione 116
Città: zollino
Provincia: Lecce
Nazione: Italia
Regione: Puglia

Contatti

Riferimento: Francesca
Telefono: mostra numero
Insegnanti: Ty Landrum
Strutture: Agricola Samadhi

Riscopri la bellezza e la profondità dell’ Ashtanga Vinyasa yoga, aprendo il tuo cuore verso il cielo del sud Italia.
LA DANZA DI SHIVA

Ashtanga Vinyasa è una delle luci più brillanti della moderna tradizione Hatha. Per sbloccare la potenza della pratica, possiamo inserirla nella filosofia della coscienza risvegliata ma incarnata che troviamo nel Tantra classico, che è certamente una delle filosofie più formative alla base della tradizione Ashtanga Vinyasa. L’Hatha Yoga non solo ha ereditato dal Tantra classico la sua comprensione di base del corpo sottile e la sua comprensione di come lavorare con forze del respiro opposte per invitare stati mentali risvegliati, ma ha continuato, nelle correnti di lignaggio che alla fine hanno dato forma all’Ashtanga. Vinyasa, l’idea distintamente tantrica che la coscienza yogica può essere raggiunta dai capofamiglia e intessuta nella vita ordinaria.

The Dance of Siva è uno dei gioielli di canto dell’iconografia tantrica. Più che un’incantevole immagine, codifica uno dei più potenti insegnamenti tantrici sulla natura della mente. In questo ritiro, studiamo la danza come un’allegoria di gesti che simboleggia lo sviluppo naturale della mente, dalla prima formazione del pensiero al momento cruciale della dissoluzione che ci gratifica con l’opportunità di intuizione. Decodificando questa simbologia e contemplando la realtà dietro di essa, impariamo a vedere le svolte interiori delle nostre menti in una luce straordinaria. Impariamo ad apprezzare anche gli episodi emotivi più caustici come opportunità commoventi per vedere attraverso il nostro condizionamento e toccare il sublime.

Usando la simbologia di Siva’s Dance, scopriamo il ruolo di Ashtanga Vinyasa nel coltivare il tipo di coscienza contemplativa che consente la possibilità di un’intuizione vera e duratura. Impariamo come il respiro, il bandha e l’allineamento posturale possono supportare il dispiegarsi dell’esperienza rivelativa, e continuiamo il filo con il canto, il pranayama e la meditazione guidata. Attraverso queste esplorazioni nelle profondità della nostra esperienza incarnata, ci riconnettiamo all’essenza contemplativa della pratica, e riscopriamo la pratica come un’opportunità per partecipare con vibrante consapevolezza e una nitida chiarezza nell’immediato sviluppo di una divina baldoria, allegorizzata così brillantemente dall’estatica Dance of Siva.

PROGRAMMA DELLE SESSIONI POMERIDIANE
La danza di Shiva – Domenica
Nella nostra prima sessione, introduciamo la mitologia fondamentale e il simbolismo della danza di Shiva. La danza è un’allegoria di gesti che simboleggiano i Cinque Atti, i cinque principi che regolano lo svolgimento del mondo fenomenale. Studiando questi principi, scopriamo la strana relazione tra il nascosto e la rivelazione che definisce il mondo del samsara e individuiamo la compassione come veicolo che ci permette di apprezzare la loro coincidenza.
Respiro e Bandha – lunedì
Avendo identificato la compassione come l’essenza della coscienza risvegliata, esploriamo le forme interne di respiro, bandha e mudra che mettono in vita la compassione. Esercitiamo queste forme nel contesto di Ashtanga Vinyasa yoga, imparando a utilizzare le tecniche con intelligenza per sensibilizzare la consapevolezza nel corpo, per migliorare la chiarezza e creare uno spazio aperto per la scoperta della danza.
Allineamento interno – martedì
Basandosi sulle tecniche che abbiamo sviluppato in precedenza, esploriamo alcuni principi di allineamento posturale in cinque modelli distinti di respiro e movimento che si ripetono per tutto il sistema Ashtanga. Usando questi schemi, approfondiremo la nostra esperienza nelle posizioni in piedi, in torsione, piegamenti e invertite.
Amore Divino – Giovedi
In questa sessione, contempleremo l’amorevole unione di Shiva e Shakti. Ascolteremo storie incantevoli della loro storia d’estasi estatica e spesso viscerale e impareremo a vedere i nostri corpi come scene in cui si svolge il loro dramma. In queste riflessioni ricomponiamo la pratica contemplativa come un’opportunità per allinearci con le correnti dell’amore divino che ci stanno attraversandoi e per assaporare la dolcezza intrinseca dell’esperienza incarnata.

REQUISITI
Questo ritiro è stato pensato per i praticanti di tutti i lievelli. Le persone con lesioni e condizioni particolari sono assolutamente initate ad unirsi. Viene richiesta una certa familiarità con la sequenza di posizioni in piedi e di chiusura dell’ Ashtanga. Gli unici requisiti sono una mente aperta e una volontà di esplorare lo spazio interno del corpo.

TY LANDRUM – BIO:
Ty Landrum è il direttore del Workshop Yoga a Boulder, Colorado. Insegna Ashtanga Vinyasa Yoga come ha appreso dai suoi maestri, Mary Taylor e Richard Freeman. Con un dottorato di ricerca in Filosofia, Ty ha un tocco speciale nello spiegare la teoria yogica usando colore e creatività. La sua passione come insegnante è quella di condividere la luminosità del metodo Ashtanga Vinyasa con chiunque voglia imparare.

Feedbacks

Lascia un commento di feedback su questo evento per riportare l'esperienza che hai vissuto.
Non dimenticare di esprimere il tuo parere dando un voto utilizzando il classico sistema con le stelline.
Condividi la tua opinione e aiuta altri praticanti a fare la loro scelta!