Per stare meglio, si sa, bisogna adottare una serie di abitudini sane, tra cui un’alimentazione equilibrata. Lo sappiamo tutti ma poi cambiare abitudini, anche alimentari, è sempre un passo difficile da compiere. Se si pensa però che ne parlava già migliaia di anni fa Ippocrate (460-377a.C), forse ci si rende conto quanto sia importante compiere quel fatidico passo. Ecco una celebre frase del medico greco antico: “Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in difetto, né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute”.

Quindi basta agire il cambiamento. Qui avevamo spiegato come adottare una sana dieta primaverile per disintossicarsi dalle tossine accumulate durante l’inverno. In questo articolo, invece, ti diamo consigli sul cambio di alimentazione per stare meglio.

È così semplice modificare le abitudini?

In realtà cambiare è semplice: basterebbe mangiare cibo naturale, non trattato industrialmente, per lo più di origine vegetale e biologico; basterebbe affidarsi alla cosiddetta dieta mediterranea, che prevede una grande varietà di cereali (non raffinati), legumi, verdure e frutta di stagione.

Semplice, sì, ma in realtà non così tanto. Pensiamo bene a come è la nostra quotidianità: frenetica, incastrata tra ritmi da apnea che spesso ci costringono a mangiare di corsa il primo alimento che ci capita sotto mano. Certo, per fortuna non è per tutti così: il biologico ha conosciuto un enorme sviluppo negli ultimi anni, così come il ritorno a un cibo più naturale. Ma spesso, per i motivi più vari (professione svolta, ritmi lavorativi e familiari, etc), anche se consapevoli, “indossiamo” abitudini che ci allontanano dal benessere.

Cambia gradualmente

Quindi, primo consiglio, cambiare gradualmente, senza forzare troppo, ascoltarsi e introdurre piccoli cambiamenti. Secondo consiglio: masticare. Masticare, sì, hai letto bene. Siamo abituati a prodotti raffinati, che hanno una struttura debole che non induce a masticare, a svantaggio della digestione.

Mangia più cibi integrali

A proposito di cibi raffinati, sarebbe bene sostituirli con quelli integrali, meglio se biologici. Un esempio? Sostituire la farina 00 con la farina integrale. Pensa che una porzione di cereali integrali abbinata a una piccola porzione di legumi fornisce tutti gli aminoacidi essenziali di cui necessitiamo.

Verdura e frutta di stagione

Ca va sans dire, decisamente meglio usare solo verdura di stagione. Anche in questo caso, sappiamo tutti che dovrebbero essere la norma, ma poi ci troviamo spesso a non rispettarla, per comodità o per mancanza di tempo (anche se quest’ultima spesso è una scusa che raccontiamo a noi stessi). Per quanto riguarda i pomodori, i peperoni, le patate e le melanzane (questo gruppo di verdure appartiene alla famiglia delle solanacee), sarebbe preferibile mangiarli esclusivamente durante la stagione estiva.

Per la frutta vale lo stesso discorso: solo frutta di stagione e meglio se delle proprie zone, evitando frutta esotica.

Limita zucchero e sale

Arriviamo al punto dolente: stare lontano dallo zucchero! Lo zucchero è uno dei cibi che indebolisce maggiormente la salute. Al solo pensiero di eliminarlo, ti viene l’ansia? Nessun problema, vale sempre lo stesso principio della gradualità: inizia con il sostituire lo zucchero bianco con quello integrale di canna, una volta che ti sei abituato puoi togliere anche quello.

E il sale? Usalo sempre con moderazione, ed è meglio sostituire il sale raffinato o iodato con quello integrale.

Contieni il consumo di carne e latte

Ridurre il consumo di carne, salumi, formaggi, uova, preferendo il pesce azzurro. E per quanto riguarda il latte? Senza dilungarci troppo sull’argomento, suggeriamo di sostituire il latte vaccino con una bevanda vegetale, come il latte di mandorle, di riso o di avena.

Il cibo ad hoc di chi pratica yoga

Se sei uno yogi, ti ricordiamo di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, componente fondamentale per una pratica olistica come lo yoga: il cibo che fa bene a chi pratica yoga deve dare il giusto apporto energetico ai muscoli coinvolti negli esercizi e, nel contempo, secondo i principi dell’alimentazione ayurvedica, influenzare positivamente le nostre emozioni.

Tutti quelli esposti finora sono solo consigli. Ma il suggerimento più importante che ti diamo, qualora volessi cambiare la tua alimentazione in modo rigoroso, è quello di non improvvisare: rivolgiti a uno specialista, un dietista o un nutrizionista.


The following two tabs change content below.

Daniela Stasi

Scrivo per mestiere. Sono giornalista professionista ed esperta in metodologie biografiche e autobiografiche. Mi occupo di comunicazione aziendale (ufficio stampa, brand journalism, corporate storytelling, biografie e storie d'impresa) e di facebook content marketing. Con grande gioia conduco laboratori di scrittura autobiografica. Il mio incubo? Rimanere senza parole...