cibo per l'autunno

Siamo nel pieno dell’estate e sembra prematuro preoccuparsi per l’arrivo della prossima stagione, che ci pare forse ancora lontana, eppure non è così perchè è proprio ora che dobbiamo cominciare ad assumere il giusto cibo per l’autunno, quello che ci permetterà di contrastare le inevitabili problematiche, fisiche ed emotive, che arrivano puntuali con ogni cambio di stagione.

Si chiama “Disturbo Affettivo Stagionale” (SAD)Seasonal Affective Disorder – e sembra causato, secondo le più recenti sperimentazioni, da un cambiamento nella produzione dei livelli di serotonina. Stiamo parlando di quel senso di malessere generale ogni volta che c’è un avvicendamento tra una stagione e un’altra, cambiamento che si rivela particolarmente difficile quando il nostro corpo e la nostra mente devono prepararsi a salutare il sole, il mare e l’allegria che contraddistinguono il periodo delle vacanze.

Ci sono delle soluzioni, però, che ci permettono di aiutare il nostro organismo a contrastare il grigiore autunnale e quello stato di leggera depressione che ci offusca la serenità, soluzioni che devono, però, essere messe in pratica quando ancora siamo in piena stagione vacanziera.

Cibo per l’autunno: quali alimenti portare in spiaggia

La Natura ci mette a disposizione, attraverso i molti frutti che ci regala generosamente, tutto quello di cui abbiamo bisogno per preparare il nostro organismo e il nostro spirito alla stagione più “triste”. Cerchiamo, quindi, di capire insieme quali sono i giusti alimenti da assumere per affrontare l’autunno che si avvicina sempre più.

Vitamina C

Cominciamo con l’accrescere le riserve di Vitamina C per rinforzare il sistema immunitario, strategia che si rivelerà fondamentale per combattere i primi malanni di stagione, quali raffreddori, sinusiti e raucedini. Via libera, dunque, a

  1. agrumi
  2. kiwi
  3. melograni
  4. fragole
  5. ciliegie
  6. uva
  7. fichi
  8. i cavoli (broccoletti di Bruxelles, broccoli, cavolfiori, cime di rapa)
  9. peperoni
  10. spinaci

insalata

Vitamina D

Altra vitamina importante di cui dobbiamo fare scorta durante l’estate e la Vitamina D, indispensabile per l’omeostasi del calcio e del fosforo e perché stimola la produzione della serotonina, proprio quell’ormone di cui abbiamo accennato nel paragrafo iniziale e che sembra essere il maggior responsabile del calo di umore classico del cambio di stagione. In quali alimenti troviamo la vitamina D?

  1. olio di fegato di merluzzo
  2. tutti i pesci (in particolare il salmone, lo sgombro, le sardine, il tonno), i crostacei e i molluschi
  3. tuorlo d’uovo
  4. funghi
  5. latte

Alimenti stagionali

Verso la fine dell’estate dobbiamo, inoltre, cominciare a consumare vegetali tipici della stagione in arrivo, meno acquosi di quelli estivi e più ricchi di sali minerali. Quali sono i più importanti?

  1. Zucca: poco calorica, dotata di proprietà diuretiche e molto gustosa e versatile, utilizzabile come ingrediente principale di molti piatti, dai primi piatti ai dolci.
  2. Radicchio: il famoso ortaggio tipico del trevigiano, almeno nella sua versione più pregiata, ha spiccate proprietà digestive, depurative e antiossidanti; è altresì ricco di vitamina K che migliora l’assorbimento del calcio, indispensabile quando le giornate cominciano ad accorciarsi e il nostro organismo è esposto per meno tempo ai benefici raggi del sole.
  3. Castagne e frutta secca: ricchi di grassi essenziali e proteine sono importanti per dare una sferzata di energia proprio quando il senso di malessere autunnale comincia a farsi strada.
  4. Minestre e zuppe: utilizzare cereali come l’avena, il riso integrale, il grano saraceno e il miglio consente di assumere il giusto apporto di fibre, visto che l’intestino tende a impigrirsi con i primi freddi.

zuppa

Non dimenticarsi mai di bere almeno due litri di acqua al giorno, in estate anche tre, per “nutrire” le cellule dall’interno. Ciò consente di stimolare il metabolismo, rinforzare il sistema immunitario, depurare l’organismo, con il risultato che la pelle risulterà più sana e luminosa. e addirittura di aumentare i livelli di concentrazione

Prepararsi all’autunno con lo yoga e l’ayurveda

Se la Natura, attraverso gli alimenti che abbiamo descritto, ci regala il miglior cibo per l’autunno in arrivo, non bisogna dimenticarsi che il benessere psico-fisico che la stagione autunnale rischia di mettere in crisi lo si ottiene anche con la regolare pratica dello yoga durante le lunghe giornate estive, in preparazione al periodo di trasformazione che ci aspetta, durante il quale dovremo rinnovarci, esattamente come fa il mondo naturale, lasciando andare le emozioni negative e i cattivi pensieri.

L’inizio dell’autunno, infatti, è considerato, sia per lo yoga e sia per l’ayurveda, il periodo di passaggio dal Dosha Pitta – fuoco – al Dosha Vata – movimento – e praticare la meditazione, fare yoga e regalarsi qualche pratica ayurvedica favoriscono la necessaria “pulizia stagionale” e il rinnovamento delle nostre energie fisiche, mentali e spirituali.

The following two tabs change content below.

Fiamma Larosa

Scrittrice, pubblicista, web writer e, più in generale, domatrice di parole. Curiosa. E questo è il motivo principale per cui scrivo. Appassionata di astrologia karmica, di psicologia e di discipline olistiche. Cosa amo? I miei figli, la Natura, il mio cane, i miei gatti, l'alba, il mare, viaggiare, studiare, leggere. Mi potete contattare all'indirizzo mail larosafiamma@gmail.com.