La scelta del periodo per organizzare un evento yoga è determinante per la buona riuscita dell’evento stesso. I fattori in gioco sono davvero molti: la tipologia di evento (un corso, un festival, un workshop, una vacanza, etc), il target (adulti, famiglie, etc) e la location, giusto per citare i principali. Ecco qualche consiglio pratico su come scegliere il miglior periodo per organizzare il tuo evento yoga.

Che tipo di evento vuoi organizzare?

Parti da cosa vuoi proporre. La tipologia di evento, infatti, è fondamentale per determinare sia la location che il periodo. Vuoi proporre una vacanza per adulti e bambini? Un weekend? Un festival? Se hai le idee ben chiare sulla proposta, credici, tutto il resto è molto più semplice. Per esempio, vuoi proporre un weekend di yoga con una full immersion nella natura? La primavera e l’estate chiaramente sono le stagioni più adatte. Vuoi abbinare invece il relax termale? Allora anche l’inverno o l’autunno si prestano perfettamente.

Controlla sempre il calendario

Le festività principali e i ponti consentono di organizzare il tuo evento con maggiore probabilità di successo. Le ragioni sono due: innanzitutto perché puoi estendere il tuo programma su un numero di giorni più ampio; in secondo luogo perché è più facile per i potenziali partecipanti prendersi qualche giorno di ferie.

Un caso a parte sono le vacanze invernali ed estive, favorevolissime sia a programmi che prevedono un periodo di tempo medio-lungo, sia per eventi che racchiudono in sé più proposte. Un esempio? Un programma modulare di più settimane in estate, in cui ogni settimana è gestita in modo autonomo.

Dove organizzi l’evento? Vicino o lontano?

Anche la location è fondamentale per la decisione del periodo. I retreat fuori Italia, soprattutto quelli che prevedono mete lontane, necessitano di periodi medio-lunghi. E in questo caso, oltre all’aspetto residenziale bisogna tenere conto la logistica in senso stretto (viaggio per raggiungere la destinazione, eventuali spostamenti, il meteo del Paese in cui si decide ci andare, etc).

Prepara uno schema

Un consiglio utile è quello di farti uno schema con tutti gli aspetti che riguardano il tuo evento: tipologia, location, target, etc. Ti accorgerai che, paradossalmente, il periodo è la variabile che può essere decisa per ultima, partendo proprio da quelle sopra descritte.

Procedi con la promozione

E una volta “confezionato” l’evento? Non ti resta che promuoverlo al meglio, per raggiungere il target desiderato. Ti ricordiamo che su EventiYoga puoi pubblicare gratis il tuo evento, ecco come fare, mentre qui qualche dritta per promuoverlo.

Ricordati anche che, per una promozione ben riuscita, devi descrivere i buoni motivi per partecipare e stai ben attento ai tempi della promozione: devi consentire ad allievi/praticanti di venire conoscenza dell’evento e di avere il tempo necessario per potersi organizzare.

Hai bisogno di aiuto per definire la fisionomia del tuo evento e per promuoverlo. Contattaci, siamo qui per questo!

The following two tabs change content below.

Daniela Stasi

Scrivo per mestiere. Sono giornalista professionista ed esperta in metodologie biografiche e autobiografiche. Mi occupo di comunicazione aziendale (ufficio stampa, brand journalism, corporate storytelling, biografie e storie d'impresa) e di facebook content marketing. Con grande gioia conduco laboratori di scrittura autobiografica. Il mio incubo? Rimanere senza parole...