Dosha

L’Ayurveda, la “scienza della vita”, è la millenaria arte sorella dello Yoga, che usa cibo, erbe, radici, oli e minerali per promuovere la salute ed il benessere del corpo. In Ayurveda ogni cosa è collegata e tutto forma un unico fluire di energie. L’Ayurveda riconosce 5 elementi principali (aria, etere, fuoco, terra ed acqua) che si combinano tre tipi costituzionali di base: Vata, Pitta e Kapha. E’ importante prima di tutto trovare il proprio dosha dominante ed il secondario per capire come funziona l’equilibrio del proprio corpo e dove lavorare qualora ci fossero squilibri. Qui parliamo del dosha Kapha, il pacificatore .

Qualità di Kapha

Kapha è composto dagli elementi di terra e acqua. Le persone Kapha hanno un carattere solido ed affidabile, sono molto giocosi e di natura spiritosa. Hanno spesso una costituzione robusta e sono pigri per natura, ma attenzione a farli arrabbiare perché possono scatenare l’inferno. Se Kapha è in equilibrio la persona ha un cuore generoso e coraggioso, calmo e paziente, ma se in squilibrio può provocare aumento di peso, ritenzione dei fluidi, letargia, allergia e depressione. Una persona Kapha ha spesso una voce profonda e chiara che tende ad usare per riappacificare gli animi piuttosto che scuoterli. A Kapha piace l’armonia e sempre cerca di evitare discussioni e litigi preferendo una discussione calma e per portare una soluzione che sia buona per entrambe le parti.

Il dosha Kapha nel corpo

Kapha costituisce le qualità di costruzione e lubrificazione. In Ayurveda si identifica i primi anni di vita come Kapha, gli anni della maturità come Pitta e dai 60 in su come Vata. Kapha è la prima fase della vita dove il corpo si sta formando, la fase in cui non solo il corpo ma anche la personalità prende forma. Kapha fornisce il sostegno della struttura del corpo e ne facilita le funzioni attraverso la lubrificazione dell’organismo intero. Si occupa dei fluidi del corpo, dal muco al sistema linfatico e proprio grazie alle sue qualità è in grado di riportare a terra e risolvere gli squilibri di Vata e Pitta

Cosa sbilancia Kapha

Kapha è spesso sbilanciato da uno stile di vita sedentario e cibo poco sano e grasso. Il mangiare troppo e mangiare solo per soddisfare un’emozione momentanea sono nemici acerrimi di questo dosha che deve fare attenzione a non sedersi troppo per non diventare completamente letargico. Passare troppo tempo dentro casa o in climi umidi o evitare stimoli intellettuali possono essere ulteriori aggravanti del dosha Kapha, che deve essere continuamente stimolato.

Come bilanciare Kapha

Per riequilibrare Kapha è già abbastanza cominciare un’attività fisica e muoversi un po’. Per smuovere Kapha è necessario cambiarne la vita sedentaria in una più dinamica, ma in un ambiente amorevole in modo da non creare traumi. Anche la meditazione e lo scrivere sono stimoli intellettuali che fanno bene a Kapha e che lo aiutano ad uscire dalla pigrizia. A Kapha spesso si consiglia un’intensa attività fisica da effettuare prima della colazione in modo da accendere la giornata nel modo giusto. Kapha ha bisogno di azione quindi qualsiasi attività che non sia seduto sul divano è per lui fondamentale.

[Nota: questo articolo è a puro titolo informale. Per maggiori chiarimenti o soluzioni mediche si consiglia la visita da un operatore ayurvedico autorizzato]

The following two tabs change content below.
Ci occupiamo dei contenuti di EventiYoga e delle traduzioni dei contenuti da siti partner. Contattaci per avere maggiori informazioni su come promuoverti su e tramite Eventi Yoga. Puoi scriverci a info@eventiyoga.it.