daiana

Per la serie “lo yoga ti cambia la vita” abbiamo intervistato Daiana Lorenzato che ci racconta il legame con questa disciplina e come ha cambiato la sua vita.

Ciao Daiana, ci racconti un po’ di te e di cosa fai?

Sono un’italiana DOC, innamorata del mio paese, giro in lungo e in largo alla ricerca di emozioni da raccontare, comunicare, interpretare attraverso eventi e situazioni che riportino all’essenza delle cose vere. Nella vita mi occupo di consulenza e comunicazione nel settore dell’enogastronomia e del turismo, organizzo eventi esperienziali e racconto i valori e le eccellenze del nostro Made in Italy attraverso i canali che oggi mi considerano un’influencer del settore. Sono sempre stata attratta dalla connessione tra energia, corpo e mente e poco dopo aver iniziato a praticare yoga sono stata chiamata in Messico per creare eventi unici e fondere l’affascinante cultura Maya con il buon gusto italiano.
Questa opportunità è stata il mio vero e proprio “risveglio”, che oggi mi ha permesso di realizzare il mio progetto più bello: “Sensory Experience”, un evento nel quale poter scoprire le nostre origini attraverso il risveglio dei nostri sensi, la loro connessione con gli elementi della natura e i nostri punti energetici. Un vero viaggio verso la nostra consapevolezza.

Cos’è lo yoga per te?

Lo yoga è il momento in cui riesco a stare con me stessa, a conoscermi, a sentirmi. In questo mondo pieno di stimoli, dove ci vengono imposte costantemente regole e comportamenti da seguire, abbiamo perso la percezione di noi stessi, la consapevolezza di chi siamo e di cosa vogliamo. L’ascolto del nostro corpo ci permette di rientrare nella nostra anima per capire lo scopo che ognuno di noi ha nella propria vita.

sole e yoga

Come l’hai conosciuto e quale è stato il tuo percorso?

Nulla è casuale e lo yoga è arrivato nell’esatto momento in cui lo stavo cercando. Grazie ad un’amica che mi incuriosì con alcuni argomenti, provai una pratica di yoga e da lì iniziarono una serie di eventi a catena, tra cui il viaggio di lavoro in Messico, che in realtà si rivelò la mia vera e propria rinascita. Dopo aver approfondito alcuni studi in Italia ho iniziato ad inserire le discipline olistiche in alcuni ambiti del mio lavoro, trovando così il modo di fondere le mie più grandi passioni.

Cosa serve per fare yoga e che tipo di yoga pratichi?

Per prima cosa serve essere motivati. Non vedo lo yoga come una semplice pratica sportiva (anche se dopo aver praticato tantissimi sport ammetto che nulla sia meglio di una pratica di yoga), bensì una vera e propria disciplina. Un corpo non può essere in equilibrio se la mente è inquieta e lo yoga è l’esatta fusione che crea l’equilibrio delle parti.
Ho iniziato con il classico Hatha Yoga, uno stile che si focalizza quasi totalmente sulla pratica fisica (asana e pranayama) ma poi ho avuto modo di praticare Kundalini Yoga, Vinyasa Flow Yoga e Ashtanga yoga che pratico tutt’oggi.

percorsi yoga

Come è nato il progetto Sensory Experience?

Sono partita dal concetto che ogni attimo, ogni evento, ogni esperienza sono “momenti” che meritano di essere vissuti attraverso un coinvolgimento emotivo, e le emozioni nascono proprio dalle nostre percezioni sensoriali. Purtroppo al giorno d’oggi molte persone hanno dimenticato come “sentire”, perdendo così lo scopo per cui ogni singolo senso lavora sul nostro corpo e sulle emozioni. Durante il mio viaggio in Messico ho avuto la possibilità di vivere nelle comunità Maya, conoscerne la cultura e le tradizioni, avvicinandomi sempre di più al loro concetto di connessione tra uomo e natura.Iniziai così a studiare i cinque sensi e il loro scopo evolutivo, il collegamento con i chakra e con il cibo, i colori e gli elementi della natura. Tutto l’insieme mi portò a creare un vero e proprio percorso guidato, da poter vivere attraverso una degustazione sensoriale, un weekend spirituale a contatto con la natura, un pomeriggio in una Spa etc dove i sensi vengono stimolati e risvegliati grazie ad una serie di pratiche studiate personalmente per ogni esperienza alle quali ho abbinato lo splendido lavoro di Paolo Borghi, musicoterapista e Hang player, che prepara e rilassa il corpo attraverso un massaggio sonoro. “Sensory Experience” diventa così un viaggio nelle radici di ognuno di noi, quando gli istinti e le necessità erano più forti delle inibizioni e della ragione. L’ascolto del nostro corpo è il punto di partenza per arrivare alla percezione della nostra energia e alla consapevolezza fisica. E’ necessario vivere “il momento presente” per ritrovare se stessi.

“Siamo ciò che mangiamo, siamo acqua, terra, fuoco, aria, legno e metallo. Vibriamo della stessa energia che crea gli elementi, ma non sappiamo più riconoscerla, perché per risvegliare il nostro “essere”, dobbiamo ricominciare a SENTIRE. I sensi danno vita alle emozioni, le emozioni danno senso alla vita”.

yoga e mare

Con il tuo progetto immagino tu abbia a che fare con diversi tipi di persone. Quanto c’è di stereotipato nel pensare che quelli che praticano yoga sono tipi “strani”?

Il mio lavoro mi permette di incontrare ogni giorno persone diverse, ognuna in viaggio verso le proprie mete, con il loro “bagaglio” pieno di progetti e speranze…
E’ normale che per una parte di queste persone ci sia una sorta di scetticismo nei confronti dello yoga e delle sue discipline, forse perché poco interessate o poco informate, ma trovo che negli ultimi anni ci sia comunque una forte curiosità generale che sta portando quanto meno a sensibilizzare anche coloro che normalmente sono lontani da questo stile di vita. Mi auguro e sono certa che ci saranno sempre più persone che, a modo loro, cercheranno di capire l’importanza che questa disciplina gioca nel ruolo delle nostre vite.

Che consigli daresti a quelli che vogliono iniziare ma hanno paura di farlo?

La paura è uno dei più grandi ostacoli della vita. Ci blocca e non ci fa evolvere. Ma è necessario capire che nel momento in cui proviamo paura per qualcosa significa che quel qualcosa sta cambiando. Non ci resta che aprirci al “nuovo” e vedere cosa di bello la vita ha in serbo per noi.

Leggi anche:

* Le storie di 4 donne che praticano yoga in maniera anticonvenzionale –> qui
* Scegliere lo yoga che fa al caso nostro –> qui
* Perché fare yoga –> qui
* Tutti gli eventi yoga nella tua zona –> qui

Vuoi raccontarci la tua storia e il tuo legame con lo Yoga? Conosci una realtà attiva nel mondo dello yoga e vuoi segnalarla? Hai un’attività che si occupa di yoga? Contattaci scrivendo un’email all’indirizzo info@eventiyoga.it

The following two tabs change content below.
Sono Elena e sono una marketing manager e business coach specializzata in Yoga. Aiuto Insegnanti di Yoga a trasformare la loro passione per lo yoga in un business profittevole e raggiungere l'indipendenza economica.