Vi capita mai durante la giornata di fermarvi ad osservare il respiro per sorprendervi in una respirazione corta e affannata o addirittura per accorgervi che stavate trattenendo il fiato? E questo nella migliore delle ipotesi perché si trascorrono spesso lunghi periodi senza prestare nessuna attenzione al respiro come se il fatto che esso sia un processo inconscio lo renda una cosa che non ci riguarda.

Prestare attenzione al respiro e usarlo in modo consapevole è alla base di molte discipline e filosofie antiche, come lo yoga che lo considera il ponte tra corpo e anima, oltre ad essere in grado di muovere il prana, l’energia vitale. Per il corpo e per l’organismo il respiro svolge un ruolo fondamentale che è alla base di tutte le funzioni vitali, è il processo attraverso il quale si nutre ogni cellula e si eliminano le tossine.

Quella che propongo ora, è una tecnica semplice ma dai benefici straordinari che va ad unire una respirazione cosciente alla recitazione di un potente Mantra di origine tantrica, So Ham.

So Ham: cosa significa e a che serve?

Significa IO SONO QUELLO e indica la connessione profonda di ognuno con l’Universo intero.
Chiamato anche il “Mantra del respiro”, SO accompagna il soffio dell’inspiro e HAM quello dell’espiro.
Recitare questo Mantra può guidare in uno stato di connessione profonda con se stessi, con tutto ciò che esiste e di cui tutti facciamo parte, con i veri bisogni e con la nostra vera Natura, oltre a calmare e liberare la mente.

So Ham: la pratica

Basta trovare un istante, in qualsiasi momento della giornata, ad esempio prima di dormire, o anche adesso perché no? Ferma i pensieri e connettiti con il tuo respiro. Percepisci l’aria entrare fresca dalle narici per uscirne tiepida, ascolta il lieve suono e osserva il movimento ritmico e leggero dell’addome completamente rilassato. Lascia andare con un sospiro i pesi che trattieni sulle spalle. Rallenta e inizia a pronunciare mentalmente o sottovoce, SO inspirando e HAM espirando. Rendi queste due parole magiche, lunghe quanto le fasi del respiro che diventano lente e profonde. Lasciati andare, e ascolta semplicemente le sensazioni del corpo.

Questa tecnica, praticata con dedizione, ha effetti davvero straordinari e anche se le prime volte può sembrare difficile trovare il “momento adatto”, superando questa tendenza della mente a rimandare i momenti dedicati all’ascolto dei nostri bisogni, ci sorprenderemo a farlo spontaneamente. Sarà come allenarsi per una nuova buona abitudine. Questo avrà un influenza molto positiva sulla nostra vita, sulla gestione dello stress e delle emozioni.

“Essere consapevoli del vostro respiro vi costringe a stare nel momento presente, che è la chiave di tutte le trasformazioni interiori. Ogni volta che siete consapevoli del respiro, siete assolutamente presenti. Potete anche rendervi conto che non potete pensare e, allo stesso tempo, essere consapevoli del vostro respiro. Il respiro cosciente ferma la mente”
Un Nuovo Mondo – Eckart Tolle

Tre risorse interessanti per te

Nadi Sodhana Pranayama: la respirazione a narici alterne

11 cose da fare se si pratica yoga

Tutto quello che devi sapere sul Mala

Letture consigliate

MANTRA YOGA: L’Arte dell’Ascolto, della Recitazione e della Trasformazione di Educazione Vedica.

Il nettare dello yoga. Yoga nidra, mantra, mudra, chakra e pranayama di Amrita G. Ceravolo.

The following two tabs change content below.

Serena Coia

Mi chiamo Serena e insegno Yoga e Meditazione in uno studio immerso tra le verdi colline delle langhe. Grande appassionata del mondo olistico da sempre, amo studiare e sperimentare. Questo mi ha portato a frequentare corsi di massaggio, campane tibetane, tarologia, reiki, numerologia, aromaterapia, oltre a molti approfondimenti delle varie tecniche Yoga, strumenti che uso per interpretare i messaggi del corpo e la sincronicita' degli eventi. Inoltre da anni coltivo la passione per l'artigianato e il disegno, e nel mio piccolo laboratorio progetto e creo con svariate tecniche tutto ciò' che mi passa per la testa. Adoro gli animali, il sole, la musica, i fiori e vivere senza orologi 🙂