yoga acrobatico

Lo Yoga Acrobatico è tra le discipline più seguite degli ultimi anni: un mix di yoga e ginnastica ritmica che utilizza anche il massaggio thai per dare maggior concretezza ai movimenti. Lo Yoga Acrobatico si pratica necessariamente in coppia e si compone di diversi momenti, tutti integrati e necessari. In questo articolo illustriamo tutto ciò che c’è da sapere sullo yoga aereo acrobatico.

Le fasi dello Yoga Acrobatico

Lo Yoga Acrobatico prevede un momento di meditazione iniziale che prepara alla pratica vera e propria, seguito dalla pratica di una serie di asana sia di riscaldamento che di consapevolezza. La lezione si sposta poi sulle cosiddette “figure”, posizioni acrobatiche che si praticano in coppia.

Sono tre le persone coinvolte nell’esecuzione:

  • flyer: la persona che viene sospesa nel vuoto;
  • base: la persona che resta a terra, con la schiena appoggiata sul pavimento, e sorregge il flyer;
  • spotter: solitamente l’insegnante, chiamato a rettificare eventuali errori di esecuzione e a presidiare nel caso in cui ci fossero problemi.

È chiaro che una pratica di questo tipo presuppone due elementi fondamentali: apertura verso l’altro e fiducia, verso sé stessi e verso l’altra persona con cui si eseguono le figure.

fly yoga

Le posizioni

Le figure dello Lo Yoga Acrobatico si esegue partendo da alcuni asana classici, modificati per poter essere praticati in coppia ed eseguiti con successioni proprie della ginnastica ritmica.

Yoga Acrobatico: i benefici della pratica

Oltre a essere una pratica divertente, lo Yoga Acrobatico è utile sotto diversi punti diversi punti di vista, tra cui, a livello psicologico:

  • sviluppo della fiducia nei confronti degli altri;
  • miglioramento del senso di equilibrio;
  • miglioramento della percezione del sé.

In sostanza, lo yoga acrobatico si basa tutto sul concetto di “apertura”: apertura verso di sé, apertura verso l’altro, apertura verso l’ambiente circostante, apertura verso i potenziali pericoli. Ed è per questo motivo che si tratta di un’ottima disciplina da praticare senza preconcetti.

A prescindere dai benefici psicologici, a livello fisico lo yoga acrobatico:

  • favorisce il rilassamento;
  • aumenta la resistenza fisica;
  • favorisce lo sviluppo armonico della massa muscolare;
  • allunga i muscoli e li distende.

La pratica si sviluppa per garantire benefici sul lungo periodo per cui è necessaria una certa dedizione e del tempo prima di poter davvero praticare in maniera corretta; allo stesso modo, è necessaria la voglia di ascoltare per imparare, in ogni fase. Sarebbe buona norma aver praticato o praticare ancora lo yoga classico e, ancora meglio, di praticare le due discipline insieme in modo da rafforzare il corpo e la mente nella loro interezza.

Da sapere prima di praticare Yoga Acrobatico

  • Non è necessario avere un partner per praticare yoga acrobatico: a lezione si verrà accoppiati con un praticante che potrà essere sempre lo stesso o cambiare a ogni pratica. In questo modo si imparerà a fidarsi del tutto degli altri, anche di chi non si conosce.
  • Se si pratica yoga acrobatico con il proprio partner, i benefici sono evidenti anche a livello di coppia.
  • Per praticare acroyoga è bene vestirsi comodi e con abbigliamento stretch: questo perché in questo modo si può verificare in tempo reale il lavoro dei muscoli e l’insegnante può correggere le eventuali posture che con abiti larghi potrebbero non essere visibili.
  • La pratica dello yoga acrobatico prevede che si resti scalzi: si possono utilizzare dei calzini appositi ma mai scarpe o calzini classici, causa rischio cadute.
  • Affidati sempre a un insegnante professionista e riconosciuto: sarà lui/lei la tua guida per praticare Yoga Acrobatico correttamente e per questo motivo non solo dovrà essere preparato ma dovrà anche ispirarti fiducia. Una lezione di prova è la soluzione migliore per valutare la struttura, l’insegnante e la tipologia di corso.

L’acroyoga in pratica:

I nostri consigli

Per tutti gli stili yoga consigliamo sempre di affidarsi a un insegnante; per lo Yoga Acrobatico, come abbiamo detto, è più di un semplice consiglio, è una vera e propria raccomandazione.

Infatti, praticare Yoga Acrobatico non è certo immediato: bisogna conoscere la tecnica per non andare creare disagi o problemi all’altra persona. E per non farsi male.

In ogni caso, ecco i consigli che diamo sempre, a prescindere dallo stile yoga praticato: primo tra tutti, per noi fondamentale, è quello di ascoltare il proprio corpo, senza chiedere troppo a se stessi. E senza forzarsi e sforzarsi mai. Quindi, se ti sei avvicinato da poco alla pratica dello yoga, ti consigliamo di prendere un po’ di dimestichezza con la disciplina, per poter poi sperimentare lo Yoga Acrobatico in sicurezza. Nel caso specifico di questo stile, inoltre, oltre ad ascoltare te stesso, è fondamentale entrare in un ascolto attivo della persona che pratica insieme a te. Un ascolto non giudicante, che crei armonia e accoglienza.

Ti consigliamo anche di non improvvisare, soprattutto se sei agli inizi. Meglio affidarsi a un insegnante che, grazie alla sua competenza e alla sua esperienza, è in grado di correggerti e orientarti.

Tra l’altro, per uno stile come lo Yoga Acrobatico, il rischio è che venga proposto da palestre generaliste e che quindi venga associato a una disciplina sportiva in senso stretto, senza alcun legame coi principi dello yoga.

Cerchi un insegnante o di un corso?

Non hai né un insegnante né un centro yoga di riferimento? Nessun problema: sul nostro portale, rispettivamente, nella sezione insegnanti e nella sezione centri, puoi trovare un ricchissimo elenco di nominativi, anche nella tua zona. Inoltre, nella sezione corsi puoi trovare numerosi corsi di tutti gli stili yoga, Yoga Acrobatico compreso.

E qui ti consigliamo un libro

Elements of AcroYoga: Partner Practices for a Lifetime di Jason Nemer: un testo che contiene gli strumenti di allenamento filosofici e concettuali fondamentali e approfonditi di acro yoga. Le tecniche di allenamento acrobatico, la metodologia di inversione graduale, le raffinate sequenze di massaggio thailandese, le sequenze di volo terapeutico, nuove posizioni acrobatiche e transizioni graduali. Il libro esplora l’intera pratica con spiegazioni dettagliate e rappresentazioni visive a colori ed è adatto sia per i principianti che per i più esperti.

Elements of AcroYoga: Partner Practices for a Lifetime

Tre risorse interessanti per te

Posizioni yoga in due facili

Antigravity yoga: i benefici, le controindicazioni e le attrezzature da usare

Come scegliere il tipo di yoga più adatto al proprio corpo

Iscriviti alla Newsletter – Per te subito un Bonus!


The following two tabs change content below.
Giornalista e marketer, aiuta le aziende a stabilire le proprie strategie di marketing. Per EY si occupa del marketing online, gestisce i contenuti e ogni tanto scrive articoli di marketing per il blog.