Yoga per le dipendenze

Le forme di dipendenza sono molte. E molti sono i modi per contrastarla: tra questi lo yoga è sempre più annoverato. Grazie ai suoi benefici psicofisici, ormai noti anche a livello scientifico, la pratica yoga viene inserita nelle scuole, negli ospedali e anche in programmi di riabilitazione dalle dipendenze e nelle carceri. In questo articolo posiamo lo sguardo proprio sullo yoga per le dipendenze: i consigli utili e le principali posizioni per contrastarle. Buona lettura e buona pratica!

Yoga per le dipendenze: perché

Prima di affrontare nei dettagli la pratica yoga per le dipendenze, vediamo brevemente cosa significa essere dipendenti. Per dipendenza si intende un’alterazione del comportamento che da comune abitudine diventa una ricerca esagerata e patologica del piacere attraverso mezzi o sostanze o comportamenti che sfociano nella condizione patologica. In sostanza, l’individuo dipendente tende a perdere la capacità di controllo sull’abitudine, di autocontrollo sul proprio comportamento.

Si può essere dipendenti da sostanze, alcol, farmaci, cibo, fumo, gioco, affetti, sesso, shopping, uso di internet. La dipendenza può essere quindi fisica o psicologica, ed entrambe sono in grado di cambiare radicalmente il corpo e il comportamento.

I benefici dello yoga in generale e dello yoga per le dipendenze

Ciò che sicuramente si sa dello yoga è che fa bene e offre notevoli benefici. Molti medici oggi consigliano la pratica dello yoga per alleviare tanti disturbi, che siano essi fisici o psicologici.

Innanzitutto lo yoga è per tutti, a prescindere dall’età o dal livello di forma fisica. Chiaramente è fondamentale scegliere la pratica in base alle esigenze individuali che possono essere dettate da molti fattori: patologie, stati d’animo, momentanee disabilità e limitazioni, età.

In secondo luogo, ricordiamo sempre – non ci stancheremo mai di farlo – yoga non è solo attività del corpo, è anche meditazione, tecniche di pranayama, studio e costanza, che contribuiscono a concentrarsi su di sé e sul momento presente.

E ancora, lo yoga favorisce un maggiore afflusso di sangue al cervello e incrementa la circolazione di glucosio, entrambi fondamentali per la produzione di dopamina, neurotrasmettitore prodotto dal cervello noto come l’ormone dell’euforia. Dalla dopamina, inoltre, dipendono il controllo dei muscoli, della motivazione personale, del sonno, dell’umore, della memoria e dell’apprendimento.

Ecco qui ricapitolati, in estrema sintesi, i principali benefici dello yoga:

  • sviluppa e migliora la capacità di respirazione;
  • accresce la capacità di concentrazione;
  • migliora la postura e l’equilibrio;
  • allunga e rinforza il corpo;
  • regala una sensazione di benessere e di serenità profonda.

I motivi per cui è utile lo yoga per le dipendenze

Ed eccoci al punto cruciale dell’articolo: perché è utile lo yoga per le dipendenze? Qui le risposte. Durante la pratica si ha modo di sperimentare i benefici a livello di respirazione, concentrazione, stabilità (fisica e emotiva) e soprattutto si sperimenta come lo yoga è in grado di riportare al qui e ora, dove la mente è assorbita completamente dall’attività che stiamo facendo senza essere sommersa da mille altri pensieri.

Questo è il beneficio più importante, in generale e anche nel caso di dipendenze: liberare la mente, averne il controllo, per riuscire a direzionarla verso un unico obiettivo, essere presenti al qui e ora, al momento che si sta vivendo (la pratica, lo studio, una passeggiata …). È importante perché consente, a chi ha perso il controllo delle proprie azioni, di riappropriarsi, man mano, del proprio modo di essere, senza essere sovrastato da un pensiero energivoro e ossessivo verso i propri attaccamenti.

Grazie a una pratica costante, si riesce a controllare l’attaccamento, l’ansia e la paura di non riuscire a uscirne, e nel mentre crescono la consapevolezza, la centratura e l’autostima.

Yoga per le dipendenze: come

Dopo aver visto perché è utile lo yoga per le dipendenze, ora vediamo in che modo. Partiamo da un concetto fondamentale, di cui tenere conto quando si parla di dipendenze: lo yoga, così come qualsiasi altra attività e qualsiasi terapia, non è la panacea a tutti i mali. E soprattutto non bisogna considerarlo come unica via, ma nell’ottica di un programma ben articolato in cui l’insegnante yoga collabora in sinergia con le altre professionalità coinvolte nel percorso di riabilitazione.

Nel concreto come può essere d’aiuto lo yoga per le dipendenze? La prima risposta, che può sembrare scontata e banale ma non lo è affatto, esprime il concetto di cura di sé insito nella pratica yoga: nel momento in cui ci si ritaglia uno spazio per sé nel quale si prova a non lasciarsi dominare dai pensieri, ecco proprio quella parentesi è già un’importante evoluzione nella lotta alle dipendenze.

Seconda risposta, altrettanto importante, lo yoga, è scientificamente provato, stabilizza il sistema nervoso e apporta benefici al sistema immunitario ed endocrino; aspetto, questo, di primaria importanza, per esempio, per chi deve superare una dipendenza da sostanze, che crea rilevanti problemi anche a livello fisico.

Infine, come ripetiamo spesso, la pratica yoga è trasformativa, porta ad ascoltarsi e ad accettarsi senza essere giudicanti e a instaurare un rapporto equilibrato con le proprie emozioni.

Yoga per le dipendenze: tre posizioni e una sequenza

Il consiglio che diamo è sempre quello di rivolgersi a un insegnante yoga, che possa suggerirti e orientarti verso la pratica che fa al caso tuo. Qui ci limitiamo a consigliarti tre posizioni yoga e una sequenza tra le più comuni nella pratica di yoga per le dipendenze.

Utthita Trikonasana, i benefici della posizione del triangolo

Utthita Trikonasana una delle posizioni yoga per le dipendenze
Utthita Trikonasana
  • riduzione dello stress;
  • miglioramento dell’equilibrio e della postura;
  • attivazione di Manipura, il terzo chakra, quello dell’ombelico. Durante l’esecuzione dell’asana è frequente sentire una forte energia, una sensazione di gioia, forza interiore e forza di volontà.
  • allungamento e maggiore flessibilità della spina dorsale, della zona lombo-sacrale, delle ginocchia e delle caviglie;
  • tonificazione dei muscoli delle cosce;
  • maggiore apertura del torace e delle spalle;
  • minore rigidità ai fianchi;
  • stimolazione degli organi addominali;
  • sollievo dei dolori alla schiena e al collo;
  • riduzione dei dolori alla sciatica;
  • sollievo dei sintomi della menopausa.

Al link trovi come eseguirla al meglio.

Adho Mukha Svanasana, i benefici della posizione yoga del cane a testa in giù

Adho Mukha Svanasana
Adho Mukha Svanasana – Posizione del cane a testa in giù
  • incrementa l’energia;
  • elimina lo stress;
  • favorisce la circolazione sanguigna;
  • allunga la colonna vertebrale;
  • distende il soleo (polpaccio);
  • allunga la catena ischio-crurale;
  • rinforza gambe, braccia e spalle;
  • migliora la percezione delle scapole;
  • favorisce l’allungamento dei tendini delle gambe;
  • agevola l’allungamento del tendine d’achille;
  • migliora la percezione dei muscoli addominali;
  • rilassa il collo (se eseguito in modo corretto).

Puoi vedere come eseguirla cliccando sul link.

Vajrasana, i benefici della posizione yoga del diamante

Vajrasana
  • riduce stress e ansia;
  • calma la mente e la prepara per la meditazione;
  • aiuta nella pratica di pranayama;
  • riequilibra il primo e il terzo chakra, rispettivamente Muladhara e Manipura;
  • porta benefici alla zona lombare, in particolare contrasta la lombalgia;
  • rafforza le cosce, le ginocchia, le caviglie e i piedi;
  • migliora i problemi di digestione.

Surya Namaskara, i benefici del Saluto al sole

  • migliora il sistema nervoso;
  • sviluppa e migliora il sistema respiratorio;
  • migliora il sistema circolatorio;
  • contribuisce a migliorare il sistema digestivo;
  • bilancia l’energia psicofisica del corpo;
  • tonifica e rafforza il corpo;
  • rafforza il sistema immunitario;
  • aumenta la flessibilità di schiena e gambe;
  • favorisce l’eliminazione di tossine;
  • diminuisce i dolori mestruali e le difficoltà della menopausa;
  • migliora le condizioni di utero e ovaie.

Al link trovi tutti i dettagli e puoi vedere come eseguire la sequenza.

Cosa può fare Eventi Yoga per te

Hai letto con attenzione quanto scritto sullo yoga per le dipendenze ma non conosci nessun insegnante o centro yoga a cui rivolgerti e chiedere consigli? Nessun problema, consulta l’elenco degli insegnanti presenti sul nostro portale, puoi trovarne di qualificati e preparati vicino a dove risiedi.

Infine, stai cercando una guida illustrata di tutti gli asana, una sorta di compendio che ne riassuma i benefici? Al link qui sotto troverai ciò che fa al caso tuo!

Lettura consigliata

La guida allo Yoga della Harvard Medical School. Un programma di 8 settimane elaborato su base scientifica di Marlynn Wei e James E. Groves: un libro diverso dagli altri volumi sullo yoga, perché fornisce un punto di vista medico, basato sui risultati di ricerche scientifiche. I due autori mettono a disposizione del lettore la loro esperienza di medici che praticano lo yoga e lo utilizzano nell’esercizio clinico per trattare stress, ansia, depressione, dipendenze e disturbi post-traumatici. Quello che indicano è un programma di 8 settimane, semplice ed elaborato su base scientifica, che unisce le posture dello yoga con la respirazione, la meditazione e l’autocompassione, per un benessere totale. Insomma, una lettura ad hoc sullo yoga per le dipendenze.

La guida allo Yoga della Harvard Medical School

Alcune risorse interessanti per te

Le posizioni dello yoga: guida illustrata a tutti gli asana

Tutti i benefici dello yoga: dalla A alla Z

Gli stili di yoga: guida completa

Perché iniziare a fare yoga


Scarica l’App di Eventi Yoga

Ogni mese scegli tra centinaia di vacanze, retreat, viaggi e corsi di yoga per tutti i gusti.

Cerca l’evento che più ti piace direttamente dalla App, chiedi informazioni, e prenota con un click!

Scarica App EventiYoga
Scarica l’App di Eventi Yoga. E’ gratuita

App Eventi Yoga per iOS

App Eventi Yoga per Android


Calendario Eventi Yoga online

Puoi consultare il calendario eventi anche online con numerosi weekend, vacanze, ritiri e corsi yoga.

Cerca qui gli eventi yoga di tuo interesse divisi per mese e regione.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter – Per te subito un Bonus!
Iscriviti alla Newsletter – Per te subito un Bonus!
The following two tabs change content below.

Daniela Stasi

Scrivo per mestiere. Sono giornalista professionista ed esperta in metodologie biografiche e autobiografiche. Mi occupo di comunicazione aziendale (ufficio stampa, brand journalism, corporate storytelling, biografie e storie d'impresa) e di facebook content marketing. Con grande gioia conduco laboratori di scrittura autobiografica. Il mio incubo? Rimanere senza parole...