Valutazione degli altri praticanti su questo evento
Ancora nessun feedback ricevuto.
Prezzo: fisso 400.00€
Data inizio: 05/07/2024
Data fine: 07/07/2024
Orari: 16.45/ 15.30
Indirizzo: Via Cesare Battisti, 44, 67020 Villa Santa Lucia degli Abruzzi AQ / Via di Campo Imperatore, 7, 67023 Castel del Monte
Città: castel del monte
Provincia: L'Aquila
Nazione: Italia
Regione: Abruzzo
Stili: Week end Yoga

Contatti

Riferimento: Ariele
Telefono: mostra numero
Insegnanti: Ariele Pittalà
Strutture: Bacca Blu/ Hotel Parco Gran Sasso

KENSHO: VEDERE L’ESSENZA!

YOGA E BENESSERE IN NATURA NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO

PROGETTO:

L’associazione sportiva Kensho Yoga asd con sede a Castel Del Monte (AQ) nel cuore del Parco Nazionale Del Gran Sasso e proprio nei pressi di Campo Imperatore, nasce nel 2019 da un idea-progetto del maestro Ariele Pittalà, con l’obbiettivo di diffondere la cultura dello Yoga e della meditazione delle origini in questa magnifica e selvaggia zona del Centro Italia, dalle cime e dai paesaggi spettacolari.


Si tratta di un’azione concreta, che conduce a sviluppare ed armonizzare il nostro corpo e il nostro vero essere interiore tramite strumenti molto efficaci come l’Hatha Yoga, il Vinyasa Yoga, la Meditazione Zazen, e il trekking sportivo e d’orientamento, su percorsi accessibili a tutti, in scenari naturali di rara bellezza.


Si tratta, dunque, di una vera e propria sintesi volta ad ottenere nell’individuo equilibrio e stabilità della mente, benessere, vigore nel corpo fisico, spirituale armonia duratura nei confronti della realtà quotidiana che viviamo.


Sin dai primi approcci, si viene indirizzati all’ascolto neutrale e silenzioso del proprio nucleo interiore ed emozionale, affinché emerga con sempre maggiore evidenza, l’origine di ogni fraintendimento della coscienza egoica ed illusoria, che distinguendo, creando categorie astratte, genera sofferenza. Altro aspetto fondante che accompagna l’insegnamento, è l’introduzione di pratiche derivanti dallo yoga terapeutico, applicate per sciogliere tensioni nervose e muscolari, blocchi somatici, creando nelle lezioni momenti di rilassamento consapevole, di abbandono sicuro e guidato. L’associazione si occupa da tempo della formazione di insegnanti yoga abilitati sul territorio nazionale, qualificati, con i relativi crediti legalmente riconosciuti. Ed è promotrice diretta di una cultura educativa che ha cura e rispetto per l’ambiente.

Ritiro Pasqua 2024 - Ariele Pittalà

PROGRAMMA


Stage introspettivo studiato per tutti i livelli di pratica a partire dai principianti, consigliato anche a chi insegna yoga e meditazione. Escursioni facili ma pensate per entrare in diretto contatto con un paesaggio da sogno.

Nel costo del programma è incluso: tutte le lezioni di hata flow, vinyasa yoga e meditazione zazen, le escursioni e le visite guidate nei posti che andremo a visitare, la tessera dell’associazione Kensho Yoga e le relative coperture assicurative. Tutte le cene previste nell’ottimo e genuino Ristorante da Loredana a base di prodotti locali con opzione vegetariana, escluse bevande. Tutti i pranzi al sacco. Tutti pernottamenti nel recentemente ristrutturato B&B Bacca Blu con bella sala yoga e vista sulle montagne. E’ escluso il supplemento singola.

E’ possibile a scelta, secondo disponibilità, pernottare anche nell’Hotel Parco Gran Sasso.
Tutti i dettagli su modalità di pratica yoga, meditazione zazen ed accessibilità escursioni sono indicati alla fine di questo.

venerdì:


H 16,45 Rendez- vous
H 17.00 Introduzione alla meditazione Zazen (origini, significato, postura corretta). A seguire lezione di Hata flow e Vinyasa Yoga della durata di un’ora e quindici circa.
H 20.00 cena. Dialogo col Maestro

sabato:


H.8.00 Colazione. Relax
H. 10.00/11.30 Pratica di Hata flow e Vinyasa Yoga/allineamenti, uso consapevole di Uddiyana Bandha. Livello base/intermedio/avanzato
H. 13.00 Pranzo, Relax
H. 17.30/20.00 Visita guidata allo spettacolare Castello Medievale di Rocca Calascio per ammirare il tramonto.
H.20.30 Cena. Letture tematiche, colloqui, discussioni.

domenica:


H.8.00 Colazione Relax
H.9.30/11.00 Pratica di Hata flow e Vinyasa: seminario di Yoga personalizzato, correzioni. Relax
H. 12.30 trasferimento in auto per ammirare Campo Imperatore (piccolo Tibet). Escursione classificata facile con vista mozzafiato su Corno Grande e Zazen in natura. Pranzo al sacco/Saluti.
Il programma, ben collaudato, può essere suscettibile di qualche piccola variazione, vuoi per le condizioni atmosferiche del momento, vuoi per permettere ad ogni gruppo che si forma di averne un’esperienza sempre soddisfacente e confortevole.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:


Per qualsiasi informazione o dettaglio contattare direttamente l’insegnante Ariele Pittalà / Kensho Yoga ASD cell. 3487833712/whatsapp –e-mail: pittalariele@yahoo.com
Quote di partecipazione in camera doppia 400,00 euro. Acconto preventivo da versare intestato all’associazione Kensho Yoga ASD tramite bonifico bancario: 200,00 euro. Iban IT 78 T 01030 40880 000000252235

Yoga


Che tipo di yoga facciamo?
Si comincia da una serie di sequenze dinamiche, accessibili a qualsiasi praticante, che partono dalla mobilizzazione del bacino e di tutti i muscoli intorno alla colonna vertebrale, per migliorare sensibilità percettiva ed efficienza posturale. Si viene introdotti all’uso consapevole dei Bandha, contrazioni volontarie di alcune zone del corpo attivate mediante il respiro profondo e diaframmatico Ujjayi Pranayama, che incrementa le funzioni energetiche dei chakra distribuiti nell’organismo. Successivamente, si viene introdotti agli esercizi tramite l’attenta sincronizzazione di respiro e movimento, Hata flow e Vinyasa, culminanti con le classiche posizioni Asana, mantenute per alcuni secondi; la difficoltà di sequenze e posture varia a secondo del livello di pratica degli allievi. Il soggetto viene costantemente guidato e spinto alla concentrazione durante l’esecuzione, attraverso l’impostazione di un tono vocale fermo e neutrale, un ritmo continuo, misurato ma fluido, per evitare i pensieri vaganti ed ottenere quindi tutti i benefici psicofisici di questa antica disciplina orientale.

Meditazione


Cenni sulle origini
Le origini di questa pratica risalgono a gli albori dell’umanità, quando l’essere per la prima volta si ferma e comincia a riflettere su se stesso. L’essenza dello Zazen è ancora la pratica del Buddha storico, arrivata genuina ed intatta sino ai nostri giorni tramite la trasmissione dei grandi maestri. Bodhidharma è stato il primo secondo tradizione, che dall’India -allora comprendeva anche l’Iran- giunse nel V secolo in Cina e formò alcuni monaci divenuti leggendari; Eka fu uno di questi. Dunque, la pratica dello stare seduti in meditazione, in sanscrito dhyana, il cui significato può essere tradotto anche come concentrazione, divenne in questa nazione Chàn, per indicare la sua provenienza dal buddhismo. Fu Dogen, genio venuto dal Giappone che nel 1200 senti l’urgenza di compiere un pellegrinaggio in Cina, dove si fermò nel tempio dove era diffusa finché non ottenne l’illuminazione. Tornato nel suo paese formò una scuola di adepti e scrisse un testo fondamentale, il Fukanzazengi, in cui vengono elencati precetti, fondamenti filosofici e pratici dello Zazen, lo stare opportunamente seduti su un apposito cuscino, zafu, per cercare la verità dell’esistenza con tutto il proprio essere. Zen è appunto il termine che tradotto designa la provenienza dalla scuola cinese ed indiana insieme. Quello che noi pratichiamo oggi, pur avendo nell’India prima di Cristo la sue origini, ci giunge quindi dalla tradizione religiosa giapponese, che rende incredibilmente attuale ed efficace la ricerca della spiritualità nella realtà contemporanea.

Di cosa si tratta?


Gli incontri, che si tengono in apposita struttura ricettiva o anche in natura, comprendono una parte introduttiva, che fa luce sui meccanismi della mente inquieta, proiettata, tramite i pensieri, ad afferrarsi all’esterno del nostro essere, ed una parte tecnica su postura seduta, arte del respiro e meditazione guidata incentrata sull’ascolto di parti sensibili del nostro corpo. Questo per rivolgere individualmente in modo fermo uno sguardo non giudicante all’interno della nostra stessa anima. Solo così possiamo scoprirne l’inalienabile, immenso valore.

Segue poi una libera conversazione a cura del maestro che, partendo da un argomento di riflessione comune e attuale, a volte anche un problema personale, ci conduce ad approfondire il significato dell’incontro, per sciogliere quei nodi cruciali che oltre alla salute del corpo fisico sono in diretta relazione con la ricerca del vero Sé universale.

Trekking


I percorsi, adatti a tutti, culminano con la pratica di meditazione in natura, sono stati scelti e tracciati con estrema cura, perfetta conoscenza delle meraviglie del territorio. Brevi e classificati facili, si snodano tramite tappe contemplative in luoghi suggestivi, creando intimamente stupore e benessere nel fruitore, in armonica connessione con la grandiosità del paesaggio. Ci si muove in silenzio, coltivando, passo, passo, l’attenzione, liberi dallo stress a cui siamo avvezzi, grazie alla consapevolezza corporea del movimento fluido in natura. Per scoprire che siamo parte pulsante e magica del ecosistema.

L’INSEGNANTE


Ariele Pittalà nato a Roma nel 1964 vive in Abruzzo dal 2007. Laureto in lettere e filosofia è insegnante di Yoga e Maestro nazionale certificato, e formatore di IV° livello con esperienza ventennale; tramite l’associazione sportiva Kensho Yoga ASD è impegnato nella diffusione e nella pratica del Vinyasa Flow Yoga e della meditazione Zazen. Uno dei suoi obbiettivi è quello di coniugare la sapienza dell’antico oriente con l’amore e il rispetto della natura in Abruzzo, per produrre una sintesi di consapevolezza che conduca l’essere finalmente ad evolversi, in un ottica di equilibri comunitari. Esperto escursionista, frequentatore della zona dove vive, è abilitato all’insegnamento di trekking ed orientamento in natura.

VEDI ALTRE DATE

GIUGNO e LUGLIO

14-16 giugno (tre giorni due notti)

5-7 luglio (tre giorni due notti)

AGOSTO

2-4 agosto (tre giorni due notti)

14-18 agosto (cinque giorni quattro notti)

30 agosto – 1 settembre (tre giorni due notti)

Feedbacks

Lascia un commento di feedback su questo evento per riportare l'esperienza che hai vissuto.
Non dimenticare di esprimere il tuo parere dando un voto utilizzando il classico sistema con le stelline.
Condividi la tua opinione e aiuta altri praticanti a fare la loro scelta!