Rimedi pr il mal di schiena

Sempre più persone soffrono di mal di schiena. Sarà la postura “obbligata” davanti al pc, sarà che per rincorrere ritmi sempre più frenetici stiamo meno attenti ai segnali del nostro corpo. Il dato di fatto che il mal di schiena oggi è tra i dolori più diffusi in ogni fascia di età. Ne soffri e stai cercando rimedi veloci ed efficaci per alleviare il dolore? Sei nel posto giusto. In questo articolo parliamo proprio di Rimedi per il mal di schiena: 5 metodi efficaci. Si tratta di rimedi naturali, semplici e alla portata di tutti. Vedrai che tra questi c’è anche lo yoga. Sì, la pratica yoga, tra i suoi innumerevoli benefici aiuta anche a contrastare il mal di schiena e a prevenirlo. Non ci resta che augurarti una buona lettura!

Rimedi per il mal di schiena

Mal di schiena, di cosa si tratta

Come detto, il dolore alla schiena è molto diffuso, ne soffrono almeno otto persone su dieci nel corso della vita e può colpire donne e uomini di qualsiasi età.

Può manifestarsi in modi differenti, dalla sensazione di tensione fino al blocco totale, con dolori acuti e senza possibilità di muoversi. Ti è mai capitato di allacciarti le scarpe e rimanere bloccato? Spero per te che la risposta sia no.

Ma veniamo al dunque, fulcro della schiena, nonché di tutto il corpo è la colonna vertebrale, la nostra struttura portante, che ci fa stare in piedi e ci fa compiere i movimenti. Un “gioiello di architettura” composto dalle ossa, che sono alternate da dischi intervertebrali capaci di assorbire i colpi a cui siamo sottoposti di continuo, e sostenuta da muscoli, tendini e legamenti.

La colonna vertebrale presenta quattro curve fisiologiche, molto importanti per la flessibilità della colonna stessa:

•   lordosi cervicale, costituita dalle vertebre C1-C7;
•   cifosi dorsale, T1-T12;
•   lordosi lombare, L1-L5;
•   cifosi sacrale, S1-S5.

Rimedi per il mal di schiena - colonna vertebrale

I sintomi del mal di schiena

Prima di parlare dei rimedi per il mal di schiena è bene parlare dei sintomi. Abbiamo infatti detto che il dolore può manifestarsi in differenti modi.

Il primo sintomo, più comune e riconoscibile, è un dolore acuto alla schiena, un dolore talmente forte che impedisce di muoversi e compiere movimenti che diamo per scontati, come camminare, alzarsi dal letto o da una sedia, stare seduti, etc. Questo dolore può interessare una zona ben specifica della schiena o estendersi a tutta la colonna vertebrale.

Un altro tipo di sintomo decisamente diffuso è quello che interessa il collo, la cosidetta cervicalgia, che porta a un irrigimento della zona cervicale e spesso è associata a sintomi collaterali, dalla sensazione di nausea al mal di testa, fino alle vertigini. E ancora, il dolore nella parte centrale della schiena, si manifesta all’altezza delle scapole, ed è talmente intenso che causa affaticamento nella respirazione. Ed eccoci, infine, ai dolori lombari, in genere associati a una contrattura della muscolatura e possono arrivare fino alle gambe.

Cause del mal di schiena

Dopo aver visto i sintomi del mal di schiena, ora analizziamo le cause, anch’esse molteplici. Lasciando da parte i casi di trauma – un incidente, un colpo, una caduta – o patologie gravi, per esempio quelle di carattere oncologico, o la gravidanza, le cause possono andare dalla postura scorretta a un movimento azzardato, dalla totale mancanza di attività fisica – la colonna vertebrale è sorretta da muscoli, pertanto ha bisogno di essere sostenuta nel migliore dei modi – a condizioni di vita particolarmente stressanti e impattanti sullo stile di vita.

Tra le patologie che causano mal di schiena, fatta eccezione per quelle già elencate sopra, si ricordano:

  • artrosi delle vertebre;
  • osteoporosi;
  • sciatalgia
  • ernia del disco.

Ci sono poi cause legate a uno scorretto stile di vita o ad abitudini che nel lungo periodo portano la comparsa di mal di schiena, oltre ad altri dolori. Ecco le principali:

  • postura errata;
  • movimenti improvvisi;
  • posizioni in piedi per un tempo prolungato;
  • sollevamento di pesi troppo pesanti e in modo non corretto;
  • sovrappeso;
  • mancanza di attività fisica;
  • stress e ansia.
Rimedi per il mal di schiena - postura errata

Stress e ansia tra le cause del mal di schiena

Può sembrare strano che lo stress e l’ansia possano causare il mal di schiena ma in realtà sono tra le cause principali. Lo stress porta a un irrigidimento forzato e duraturo dei muscoli che alla lunga può appunto fare insorgere dolore alla schena. L’ansia e la depressione portano alla sedentarietà, alla mancanza di cura di se stessi, all’assenza di percezione del proprio stare, del proprio benessere. Tutti questi fattori fanno sì che il dolore venga trascurato, non curato, e che quindi peggiori.

Come capire il tipo di mal di schiena

Per poter comprendere quali rimedi adottare, come in tutti gli aspetti della vita, risulta fondamentale capire di che tipo di mal di schiena di tratta. E quindi, comprendere dove si colloca il dolore. In questo articolo approfondiamo in particolare il mal di schiena lombare, la cervicalgia e il colpo di frusta. Sulla dorsalgia, ossia il mal di schiena dorsale, diciamo solo che è quello meno comune perché interessa il tratto di colonna vertebrale meno mobile, quindi meno soggetto a movimenti accidentali.  

Mal di schiena lombare

La lombalgia, chiamata comunemente mal di schiena basso, colpisce per l’appunto la parte di schiena bassa. Insieme alla cervicalgia, è di sicuro il più diffuso. Il perché è presto detto: è in questa fascia della schiena che va a concentrarsi la maggior parte del peso corporeo e, quando solleviamo qualcosa, la maggior parte del peso del carico.

Interessante osservare, come segnalato da dati scientifici, che solo il 20% delle lombalgie è causato da un problema alla colonna vertebrale: l’80% è dato da una postura non corretta, movimenti accidentali, sovrappeso, mancanza di attività fisica, oltre a stress e a depressione.

La lombalgia può essere acuta o cronica. La lombalgia acuta è contraddistinta da un dolore forte, intenso e improvviso, provocato da lesioni ai muscoli, ai legamenti, alle articolazioni o ai dischi. Coincide con una forte infiammazione e si definisce tale quando il dolore persiste al massimo per un mese. La lombalgia acuta può essere quindi considerata una sorta di campanello d’allarme che ti fa capire che qualcosa non va: devi correggere la postura o il modo in cui dormi, devi cambiare stile di vita.

Diverso è il caso della lombaldia cronica che, come dice il nome stesso, dura a lungo, tendezialmente oltre i 90 giorni e spesso si manifesta, a differenza della lombalgia acuta, anche senza una lesione.

Cervicalgia

Il dolore alla schiena più diffuso insieme a quello lombare è senz’altro la cervicalgia. Non solo, è uno dei disturbi più diffusi nel mondo occidentale. Si tratta per lo più di un’infiammazione cervicale, che interessa quindi le vertebre del tratto superiore della colonna vertebrale, a sostegno del collo e della testa.

Si manifesta come un dolore localizzato al collo, prevalentemente sulla parte posteriore, che può estendersi fin lungo la muscolatura della colonna dorsale e delle spalle.

In genere la cervicalgia è data da posizioni scorrette mentre si lavora, soprattutto davanti al pc, o mentre si dorme, o è l’effetto di traumi.

Colpo di frusta

Il cosiddetto colpo di frusta è un vero e proprio trauma al rachide cervicale. Tra i traumi più frequenti, gli incidenti automobilistici, ma si annoverano anche colpi di altra natura e traumi sportivi.

I sintomi possono manifestarsi fino a 48 ore dopo il trauma e possono durare per periodi più o meno lunghi.

Mal di schiena, quando è il caso di contattare il medico

Prima di vedere quali sono i rimedi naturali che si possono mettere in atto per contrastare il mal di schiena, è bene precisare che ci sono dei casi per i quali è assolutamente fondamentale contattare il medico, soprattutto per individuare il tipo di mal di schiena. Avere una corretta diagnosi è il primo passo di partenza per poter capire quali rimedi adottare.

Come sempre, non esiste una ricetta per capire in caso di mal di schiena quando preoccuparsi. In linea di massima possiamo dire che se il dolore alla schiena si risolve in modo spontaneo in tre-quattro giorni, tendezialmente non si necessita di accertamenti medici. Se invece gli episodi si ripetono, significa che il disturbo sta diventando continuo. In tal caso è consigliato sottoporsi a visita medica. Questo – lo ripetiamo – in chiave generale. Il consiglio che diamo sempre sulle pagine del nostro portale è quello di ascoltare il tuo corpo, solo tu puoi capire se è il caso di preoccuparsi.

Rimedi per il mal di schiena, 5 metodi efficaci

Ed eccoci finalmente ai rimedi per il mal di schiena, ti segnaliamo cinque metodi efficaci per alleviare il dolore. Prima però ribadiamo – è importante farlo – che è fondamentale capire l’intensità del dolore alla schiena e la sua durata. E valutare un eventuale visita medica.

1. Esercizi per il mal di schiena

Sono un toccasana, chiaramente se eseguiti al meglio e in presenza di un istruttore che possa guidare in modo efficace e sicuro chi soffre di mal di schiena. Non ci addentriamo nella tipologia di esercizio, qui suggeriamo solo che, oltre allo yoga, di cui ci occupiamo sul nostro portale, sono consigliati anche la classica ginnastica posturale e il pilates.

Rimedi per il mal di schiena - esercizi posturali

2. Massaggi e manipolazioni decontratturanti

Chiaramente è fondamentale affdarsi a persone non improvvisate, una manipolazione o un massaggio errato possono compromettere pesantemente la situazione.

3. Applicazione di pomate e impacchi naturali

Se il dolore non è persistente, tra i rimedi naturali più diffusi c’è l’applicazione di pomate e impacchi di natura vegetale, realizzati con principi attivi ad azione rubefacente, ossia in grado di richiamare sangue negli strati più superficiali della pelle, alleggerendo l’infiammazione agli strati sottostanti proprio grazie alla sottrazione di sangue.

Tra i più consigliati, ricordiamo:

  • arnica: antinfiammatoria e analgesica;
  • peperoncino: rubefacente e analgesico;
  • canfora: rubefacente.

4. Tisane ad azione rilassante

Abbiamo già detto che lo stress è tra i fattori che più vanno a incidere sull’insorgenza del mal d schiena. A tal proposito, l’assunzione di tisane rilassanti, preparate con principi attivi ansiolitici può sicuramente favorire un rilassamento veloce ed efficace.

Tra quelle più usate, ricordiamo:

  • camomilla;
  • valeriana:
  • tiglio;
  • escolzia.

5. Curare l’alimentazione

La medicina tradizionale non si esprime in modo scientifico tra un’eventuale correlazione tra alimentazione e mal di schiena; quello che è certo è che esistono alimenti infiammatori e altri invece che possono contribuire ad alleviare l’infiammazione e il dolore.

Tra gli alimenti raccomandati consigliamo:

  • frutta e verdura ricche di magnesio;
  • alimenti ricchi di fosforo e calcio;
  • tutto ciò che contiene collagene;
  • alimenti in cui si trova l’Omega 3, quindi pesce, noci, mandorle, etc.

Da evitare invece gli alimenti ricchi di grassi e iperproteici.

Come riattivare il metabolismo

Yoga contro il mal di schiena

Occuandoci di yoga, non possiamo non dedicare un paragrafo a questa millenaria pratica, molto efficace contro il mal di schiena. All’argomento abbiamo dedicato un articolo specifico, Esercizi yoga per la schiena: asana e sequenza completa.

Gli esercizi yoga per la schiena sono sicuramente un valido aiuto, perché nel complesso “stirano” tutti i muscoli e allineano le ossa in maniera tale che la nostra postura sia migliore di come è tutti i giorni. Allora scopriamo insieme alcuni asana che aiutano ad evitare e sconfiggere il dolore di schiena. Sono semplici da fare anche a casa come parte della nostra routine quotidiana.

Le posizioni di yoga contro il mal di schiena

1. La posizione del pesce con le gambe stese – Matsyasana
Si pratica stando sdraiati a pancia in su con le gambe unite e i piedi a punta. Le braccia sono sotto i glutei e il busto è leggermente sollevato con la testa indietro. Grazie a questa posizione, che va mantenuta dai 15 ai 30 secondi, la colonna vertebrale si stira e si allinea, i muscoli della parte superiore della schiena e della parte posteriore del collo si rafforzano e la postura si migliora.

Matsyasana

2. La posizione del cobra – Bhujangasana
Ci si stende a terra con le gambe all’indietro e le braccia stese, il busto e la testa alzati e la schiena curva. La posizione si mantiene per dai 15 ai 30 secondi, rafforza la colonna vertebrale, aiuta ad alleviare lo stress e la fatica e allunga tutti i muscoli.

Bhujangasana

Bhujangasana

3. La posizione dell’aratro – Halasana
Questa posizione si pratica distendendosi a pancia in su con le gambe e le braccia lungo i fianchi. Quindi lentamente portare i piedi oltre la testa per poi restare in questa posizione per qualche minuto. Halasana allunga spalle e la colonna vertebrale, allevia la fatica ed è terapeutica per il dolore alla schiena.

Halasana

Halasana

GUIDA ILLUSTRATA DEGLI ASANA. SCOPRI QUI

Percorso pratico contro il mal di schiena

Noi di Eventi Yoga ti segnaliamo due corsi che ti consentono di avvicinarti allo yoga e alleviare il dolore causato dal mal di schiena.

Corso Yoga per Principianti

Il corso pensato per avvicinarti allo yoga e rendere il tuo corpo forte, sano e flessibile. È creato per introdurti al mondo dello yoga partendo da zero, per aiutarti a riscoprire e creare il tuo corpo come non avresti mai pensato possibile.

YOGA DA ZERO - YOGA PER PRINCIPIANTI

>> Vai al Corso Yoga per Principianti

Yin Yoga dolce come miele

Un percorso di Yin Yoga online suggerito per chi sta cercando uno strumento per rilasciare stress e tensioni con un approccio dolce e morbido come una coccola.

YIN YOGA Dolce come Miele - Insta

>> Vai al Corso Yin Yoga dolce come miele

Come prevenire il mal di schiena

Come detto più volte nel corso di questo articolo, il mal di schiena è strettamente connesso a uno stile di vita e ad abitudini che non portano al benessere dell’individuo. Quello che ti consigliamo, quindi, è di rallentare, tenere una psotura più corretta, fare attenzione al tuo corpo in ogni situazione: quando lavori, mentre dormi, mentresei alla guida. La oercezione di sé è la chiave del benessere. Chairamente fondamentale è l’attività fisica.

Altre risorse interessanti per te

Yoga contro l’ansia: le posizioni migliori per rilassarsi

Yoga e attacchi di panico: esercizi efficaci per ridurre ansia e panico

Guida illustrata a tutti gli asana

Lo yoga contro la cellulite

Lo yoga contro il mal di testa

Pancia piatta con lo yoga

Scarica l’app di Eventi Yoga

Il più grande catalogo degli eventi di yoga in Italia di Eventiyoga.it sempre a portata di mano! Centinaia di vacanze, ritiri, viaggi e corsi di yoga per tutti i gusti da scegliere con un click. Per trovare la proposta ideale per te, prenotare subito e godere dei benefici della vacanza yoga e meditazione.

Scarica App EventiYoga

per iOS | per Android

Iscriviti alla Newsletter: per te subito un Bonus

Iscriviti alla Newsletter – Per te subito un Bonus!
Iscriviti alla Newsletter – Per te subito un Bonus!
The following two tabs change content below.

Daniela Stasi

Scrivo per mestiere. Sono giornalista professionista ed esperta in metodologie biografiche e autobiografiche. Mi occupo di comunicazione aziendale (ufficio stampa, brand journalism, corporate storytelling, biografie e storie d'impresa) e di facebook content marketing. Con grande gioia conduco laboratori di scrittura autobiografica. Il mio incubo? Rimanere senza parole...