Ashtanga Yoga

Pratichi yoga e vuoi saperne di più sull’Ashtanga Yoga? Sei nel posto giusto al momento giusto. Infatti, questo articolo è dedicato proprio all’Ashtanga Yoga: che cosa è e tutte le sue caratteristiche. Buona lettura (e buona pratica!).

Ashtanga yoga, di cosa si tratta

Lo yoga è una filosofia, una scienza millenaria che nel corso della storia ha creato la base per la nascita di molti stili differenti. Praticato oggi in tutto il mondo lo yoga si presenta a ogni tipo di persona e personalità: dagli stili più dolci e meditativi a quelli più dinamici ce n’è davvero per tutti.

Uno stile che include movimento dinamico e intenso a uno studio filosofico e conoscimento di se stessi è sicuramente l’Ashtanga Yoga. Questo stile tradizionale ha radici profonde in India ancora oggi. Iniziato dal maestro shri K. Pattabhi Jois e ora insegnato dal nipote Sharath Jois, il metodo Ashtanga è diventato sempre più popolare e conosciuto nel mondo.

Le serie dell’Ashtanga Yoga

L’Ashtanga si compone di sei serie: le prime sei sono sequenze di asana, inoltre tra i praticanti si usa parlare di una “settima serie”, ossia la “famiglia”, perché solo all’interno di una famiglia uno conosce davvero se stesso.

La prima serie si chiama Yoga Chikitsa e significa la terapia dello yoga. Questa serie prevede una sequenza di posizioni che hanno come scopo quello di pulire e disintossicare il corpo aiutandolo a guarire e a mantenere la salute.

Una volta padroneggiata la prima serie si passa alla seconda che si chiama Nadi Sodhana, la pulizia dei canali energetici e prevede la pulizia del corpo a livello fisico e mentale. Una volta perfezionata la seconda serie si passa alla terza e così via.

La sequenza di asana è un continuo di movimenti uniti alla respirazione. La sequenza è sempre la stessa e l’ordine da seguire è sempre uguale e non può essere cambiato.

Il significato

Ashtanga letteralmente significa gli otto passi e identifica i passi che lo yogi deve fare per raggiungere se stesso:

  • Yama, la condotta nella vita sociale ossia le azioni che si compiono nei confronti degli altri;
  • Niyama, la condotta individuale ossia le azioni azione verso te stesso;
  • Asana, le posizioni, la postura;
  • Pranayama, il controllo del respiro;
  • Pratyahara, la ritrazione dei sensi, il loro digiuno;
  • Dharana, la concentrazione profonda;
  • Dhyana, la meditazione;
  • Samadhi, la liberazione, il risveglio, l’autocoscienza, fine ultimo dello yoga stesso.

Sono passi che prevedono sia indicazioni etiche che meditazione. Ma alla base di tutto c’è sicuramente la sequenza di asana da praticare seguendo alcune regole.

Ashtanga Yoga, tutte le regole da seguire:

  • si pratica sei giorni a settimana, il sabato non si pratica;
  • le donne non praticano nei giorni di luna, i primi tre mesi della gravidanza e i primi 40 giorni dopo il parto;
  • si pratica al mattino alle prime ore del giorno, ’in maniera continuata e senza interruzioni’’.

Un vero stile di vita

Come si può capire, per i praticanti di ashtanga, questo, più che uno stile di yoga, è uno stile di vita. E può sembrare molto. Ma ti parlo della mia esperienza, non perché voglia mettermi al centro, perché credo possa servire come piccola grande testimonianza per ciascuno.

Ho praticato yoga per molti anni prima di provare la sequenza pensando che fosse tutto molto esagerato. In realtà la parte che più di tutte mi ha affascinato e che non mi ha più fatto lasciare questo stile è lo studio, non solo dei libri, ma anche di me stessa.

Ogni giorno sul tappetino scopro di avere molta più forza di quello che credo, scopro che posso affrontare le mie paure con serenità e che la vita vale la pena viverla, sempre. Ho imparato molto dalla disciplina, ho imparato a lasciar andare e vivere più serenamente.

L’ashtanga mi ha insegnato a guardarmi allo specchio sorridendo alla persona che vedo, apprezzandola quando prima la criticavo, ad accettarla quando prima la distruggevo, ad amarla mentre prima non lo sapevo fare. Questo mi ha permesso e insegnato ad apprezzare, accettare e amare gli altri.

Video: Ashtanga Yoga Belluno | Il flusso del momento presente | by Alessandro Sigismondi

I nostri consigli

Se leggendo questo articolo ti è venuta voglia di praticare ashtanga yoga, ricordati che è fondamentale ascoltare il proprio corpo, trovare il proprio ritmo, senza chiedere troppo a se stessi. E senza forzare mai. Lo ripetiamo spesso ma è davvero importante.

Quindi, se ti sei avvicinato da poco alla pratica dello yoga, ti consigliamo di prendere un po’ di dimestichezza con la disciplina, per poter poi sperimentare in totale libertà.

Come spesso facciamo nei nostri articoli, ti consigliamo anche di non improvvisare, soprattutto se sei agli inizi. Meglio affidarsi a un insegnante capace di correggerti e orientarti, grazie alla sua competenza e alla sua esperienza.

Peraltro, per uno stile come l’ashtanga ti consigliamo di scegliere un centro yoga specializzato o comunque un centro yoga che sai per certo che propone corsi di questo stile yoga.

Non hai né un insegnante né un centro yoga di riferimento? Nessun problema: sul nostro portale, rispettivamente, nella sezione insegnanti e nella sezione centri puoi trovare un ricchissimo elenco di nominativi, anche nella tua zona.

Un altro consiglio, qualora decidessi di praticare a casa o di intensificare la pratica in autonomia, è quello di appendere un poster che raffiguri le sequenze dell’ashtanga yoga: un’idea semplice ma utile per avere sempre sott’occhio gli asana e ridurre le possibilità di errore. Ci avevi pensato?

Poster Ashtanga Yoga
Poster Ashtanga Yoga

Letture consigliate

Ashtanga yoga. Guida allo yoga dinamico di John Scott: tutte le posizioni, le sequenze e le tecniche di respirazione dell’Ashtanga. Un corso completo che, prendendo l’avvio da una sequenza semplice, adatta anche ai principianti, passo dopo passo fornisce le basi per progredire nella pratica. Uno strumento per sviluppare forza fisica e mentale, resistenza e flessibilità. Movimenti dinamici e posture precise per purificare corpo e mente. Prefazione di shri K. Pattabhi Jois che, come abbiamo scritto sopra, è il fondatore dell’Ashtanga Yoga.

Libro John Scott Ashtanga Yoga Guida allo yoga dinamico
Ashtanga Yoga

Il potere dell’Ashtanga yoga di Kino MacGregor: l’autrice, discepola di Sri K. Pattabhi Jois, offre una visione completa della pratica e dimostra come Ashtanga sia fondamentalmente un cammino di trasformazione spirituale e di sviluppo personale. Un’opera illustrata che presenta posizioni in piedi, sedute, i piegamenti all’indietro, le torsioni, gli esercizi per l’apertura delle anche e le posizioni finali. Completano l’opera un glossario dei termini in sanscrito utilizzati nel testo e una serie di appendici con: i due mantra di apertura e chiusura della pratica, il conteggio in sanscrito dei vari movimenti che il corpo compie seguendo il respiro dall’inizio alla fine della pratica, le foto di tutte le posizioni della Prima Serie dell’Ashtanga Yoga.

Libro Kino MacGregor Il potere dell'Ashtanga Yoga
Il Potere dell’Ashtanga Yoga

Ashtanga yoga. Prima serie. Analisi anatomica della pratica e led class di Cristina De Marchis: libro in lingua italiana sulla prima serie dell’Ashtanga Vinyasa Yoga dove è possibile trovare la spiegazione dinamica e anatomica di tutti i singoli asana, movimento per movimento. Nato da un approfondito studio sulla interazione tra anatomia dinamica del corpo umano e posizioni dell’Ashtanga Vinyasa Yoga, questo manuale pratico è rivolto sia ai praticanti, principianti e avanzati, sia agli insegnanti yoga che vogliono studiare le implicazioni muscolo-scheletriche nell’esecuzione della sequenza, le loro singole variazioni, gli esercizi preparatori e i metodi idonei a migliorarne l’esecuzione tramite sicure tecniche di allungamento muscolo-tendineo.

Libro Cristina De Marchis Ashtanga Yoga Prima Serie
Ashtanga Yoga Prima Serie

Tre risorse interessanti per te

Come scegliere il tipo di yoga più adatto al proprio corpo

Clicca per scaricare la prima serie di Ashtanga

Clicca per scaricare la seconda serie di Ashtanga Yoga

The following two tabs change content below.
Ci occupiamo dei contenuti di EventiYoga e delle traduzioni dei contenuti da siti partner. Contattaci per avere maggiori informazioni su come promuoverti su e tramite Eventi Yoga. Puoi scriverci a info@eventiyoga.it.