Kalari yoga

Hai mai sentito parlare di Kalari Yoga, lo Yoga del Guerriero? Si tratta di una disciplina molto praticata sia in India sia nel Nord Europa nella quale, insieme alle consuete tecniche di Yoga (asana, bandha, pranayama) e a elementi di Ayurveda, vengono proposte tecniche di combattimenti figurati e posizioni di lotta propri del kalaripayattu, la più antica arte marziale orientale. Interessante, vero? Vuoi saperne di più? In questo articolo approfondiamo Kalari Yoga: cos’è, come si pratica e i benefici.

Cos’è il Kalari Yoga e come è nato

Partiamo dalle origini del Kalari Yoga e per farlo non possiamo non parlare del kalaripayattu. Si tratta di un’arte da combattimento che risale alla tradizione vedica di ben 3.500 anni fa: in essa si ritrovano, in modo equilibrato e armonico, i concetti dello yoga, della danza indiana e della medicina ayurvedica.

Le origini del kalaripayattu

Il Kerala è la regione a sud dell’India dove ha avuto origine l’arte del kalaripayattu. Suo fondatore, secondo le narrazioni, è il leggendario saggio Paraśurāma, che creò oltre 100 kalari, luoghi deputati al combattimento.

Dal Kalaripayattu al Kalari Yoga

Il kalaripayattu era praticato insieme allo yoga già nell’antichità; lo yoga, infatti, consentiva di irrobustire il corpo, dargli più flessibilità e “allenare” la mente a stare nel presente, oltre che a concentrarsi e a focalizzarsi.

Ricordiamo inoltre che gli antichi guerrieri orientali eseguivano lunghe meditazioni prima di affrontare la lotta. E che tuttora nel Kalari Yoga, così come in tutto lo yoga, è necessario prestare un’attenzione costante al respiro.

Foto: Laura Nalin, Yoga Citra Padova

Il Kalari Yoga oggi

Oggigiorno per Kalari Yoga s’intende una pratica che fonda le tecniche dell’hatha yoga con l’arte del kalaripayattu. In particolare, punto focale della disciplina è il controllo della mente per eseguire figure di combattimento ben precise, che evocano i movimenti di una danza. Come abbiamo detto nel Kalari Yoga si ritrovano fondamenti anche dell’Ayurveda, in particolare per quanto riguarda la prevenzione e la guarigione da contratture muscolari e problemi e articolari.

Molto importante precisare che secondo la filosofia Kalari non si dovrebbe mai combattere, ma fare di tutto per raggiungere la pace: si combatte solo per difendersi, mai e poi mai per attaccare.

Il Kalari Yoga, oggi, è quindi una sequenza di figure e allungamenti che richiedono l’attenzione sia della mente che del corpo.

Quali sono i benefici della pratica del Kalari Yoga

Non pochi i benefici di questa disciplina. Ecco qui i principali:

  • aumento della flessibilità degli arti;
  • raggiungimento dell’equilibrio interiore;
  • fusione di eleganza, equilibrio e forza;
  • sviluppo della concentrazione;
  • incremento dell’energia;
  • stimolazione dei canali energetici e dei punti marma dell’Ayurveda;
  • miglioramento della coordinazione;
  • sviluppo della capacità sia di guardare dentro di sé, come si fa nello yoga, sia attorno a sé, come si fa nel combattimento.

Come praticare Kalari Yoga: le posizioni e le sequenze

E ora, ecco come si pratica Kalari Yoga.

S’inizia sempre con il pranayama, per affinare le tecniche di controllo del respiro. Si praticano poi asana per migliorare la flesisbilità del corpo. Infine, si simula un combattimento figurato sia a mani nude sia con l’uso di bastoni di bambù.

La filosofia dietro il Kalari Yoga e come questa disciplina può migliorare la tua vita

La premessa l’abbiamo già fatta: nel kalaripayattu si insegna a difendersi, non ad attaccare. La filosofia che sostiene il Kalari Yoga è quindi un pensiero di pace. Per comprendere meglio questa disciplina basta pensare al Kalari in modo più spirituale, come luogo di ritiro per il guerriero prima di dedicarsi al combattimento o allo studio delle forme. Il Kalari Yoga è quindi una disciplina orientata al totale controllo di sé, sia nel corpo che nella mente, all’autodisciplina, alla completa consapevolezza.

Perché il Kalari Yoga può migliorare la tua vita? Perché sostanzialmente ti aiuta a essere totalmente nel presente, a capire i tuoi istinti e a controllarli. Perché ti aiuta a essere più equilibrato e coordinato. Ad avere più grazia nell’uso del corpo, e quindi della mente.

Non è tutto: rafforza anche la flessibilità psicofisica e aiuta a stare sempre all’erta, perché come abbiamo scritto, se lo yoga tradizionale aiuta ad avere uno sguardo profondo sull’interiorità, il Kalari Yoga aggiunge anche la visione dell’esterno, sui pericoli che possono affligerci, e quindi insegna a essere vigili nella risposta. Insomma, a difenderci da noi stessi e dagli altri.

Kalari Yoga

Kalari Yoga

Domande frequenti su Kalari Yoga

Risulta difficile imparare il Kalari Yoga?

Come tutte le dicipline vicine allo yoga, ci vogliono costanza e dedizione. Con un impegno costante, imparerai a controllare mente e corpo e il Kalari Yoga ti regalerà un pieno di energia vitale, sia fisica che interiore.

Cosa bisogna indossare durante una lezione di Kalari Yoga?

Visto che si tratta di una disiplina che prevede la simulazione di figure e di combattimenti, con allungamenti e asana, è importante vestirsi in modo comodo, con abiti che non precludano o ostacolino i movimenti.

Dove si possono trovare corsi e workshop di Kalari yoga?

Sei nel posto giusto! Eventi Yoga è il portale per gli amanti dello yoga che può rivelarsi molto utile. Innanzitutto è un “catalogo/calendario” online di eventi e lezioni di yoga sempre aggiornato e suddiviso per mesi: puoi cercare (e trovare!) gli eventi di yoga – ritiri, vacanze, corsi, workshop, etc. – organizzati in Italia e all’estero.

VAI AL CALENDARIO ONLINE DI EVENTI YOGA

Suggerimenti per i principianti e per chi è alle prime armi con lo yoga

Nell’articolo 10 Errori dei Principianti Yoga da evitare avevamo elencato tutto ciò che non bisogna fare se sei un principiante. Qui ti diciamo, invece, cosa devi fare:

  • ascolta il tuo corpo senza chiedere troppo a te stesso;
  • sii paziente, non avere fretta, prova e riprova asana e movimenti, e vedrai che col tempo mente e corpo si abitueranno alla pratica;
  • prenditi cura del come pratichi;
  • più sai e più ti accorgi di non sapere, funziona proprio così. Quindi non ti frustrare se non ti riesce una posizione, o se la mente non si calma nella meditazione. Anche i migliori maestri sono stati dei principianti e anche loro hanno iniziato da zero.

Sei un principiante e vuoi saperne di più? Leggi il nostro articolo:

yoga per principianti

Yoga da Zero:
guida completa

>>tutte le info per chi è alle prime armi

Corsi di Kalari Yoga

Kalari Yoga – Lo Yoga del Guerriero

>>scopri di più

Scarica l’App Eventi Yoga

Il più grande catalogo degli eventi di yoga in Italia di Eventiyoga.it sempre a portata di mano! Centinaia di vacanze, ritiri, viaggi e corsi di yoga per tutti i gusti da scegliere con un click. Per trovare la proposta ideale per te, prenotare subito e godere dei benefici della vacanza yoga e meditazione.

Scarica ora l’app EventiYoga

Calendario Eventi Yoga online

Puoi consultare il calendario eventi anche online con numerosi weekend, vacanze, ritiri e corsi yoga e meditazione.

Cerca qui gli eventi yoga di tuo interesse.

EVENTI YOGA PER MESE

EVENTI YOGA PER FESTIVITA’

EVENTI YOGA NEL WEEKEND

EVENTI YOGA PER TIPOLOGIA

EVENTI YOGA PER REGIONE

EVENTI YOGA DOVE

Alcune risorse interessanti

Yoga per principianti: consigli utili per chi inizia da zero

Yoga tutti i giorni: immensi benefici per te

Posizioni Yoga: guida illustrata a tutti gli asana

Iscriviti alla newsletter

Vuoi rimanere aggiornato sui prossimi soggiorni yoga in programma? Se la risposta è sì, iscriviti subito alla nostra newsletter. Così avrai sempre aggiornamenti freschi freschi!

Iscriviti alla Newsletter – Per te subito un Bonus!
Iscriviti alla Newsletter – Per te subito un Bonus!
twitter sharing button
The following two tabs change content below.

Daniela Stasi

Scrivo per mestiere. Sono giornalista professionista ed esperta in metodologie biografiche e autobiografiche. Mi occupo di comunicazione aziendale (ufficio stampa, brand journalism, corporate storytelling, biografie e storie d'impresa) e di facebook content marketing. Con grande gioia conduco laboratori di scrittura autobiografica. Il mio incubo? Rimanere senza parole...